Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

MILAN-FIORENTINA

Milan-Fiorentina, le chiavi della gara di ‘acmilan.com’ | Serie A News

Giacomo Bonaventura Fiorentina-Milan 2-1 Serie A 2022-2023
Ecco, di seguito, le chiavi della gara di 'acmilan.com' del match Milan-Fiorentina, in programma alle 20:45 di oggi
Fabio Barera Redattore 

(fonte: acmilan.com) Le insidie del rientro dalla pausa, la voglia di tornare al successo e la determinazione per rilanciarsi davanti al proprio pubblico. Milan-Fiorentina vale sì tre punti in classifica, ma anche molto di più. Un match che ha tutto per regalare spettacolo al popolo rossonero. A San Siro, gli uomini di Mister Pioli ospitano i viola di Italiano per la 13ª giornata di Serie A, un appuntamento atteso. Proviamo a giocare il match in anticipo individuando tre possibili punti di svolta di Milan-Fiorentina.

TANTE SIMILITUDINI, SPAZIO AI SINGOLI

—  

Le formazioni di Pioli e Italiano condividono tante peculiarità di gioco e interpreti. Linea a quattro dietro, centrocampo dinamico - tre centrali o due mediani e un trequartista - e tanta spinta dagli esterni offensivi. Milan e Fiorentina arrivano al gol con tanti uomini, giocano a viso aperto sugli uno-contro-uno, vogliono imporre il proprio ritmo e controllare l'andamento della gara sfruttando possesso (57,1% e 56,9%) e verticalizzazioni improvvise. Due squadre intense con tante caratteristiche in comune, e dunque cosa potrebbe rompere l'equilibrio? Molto lascia pensare alla creatività e alla verve dei singoli. Vincere i duelli personali, in ogni zona di campo, per trascinare la squadra e risolvere la partita. Da Maignan - già decisivo contro i viola in passato - contro Terracciano agli ex Jović e Bonaventura in avanti, chi avrà più forza e qualità per incidere farà la differenza.

APPROCCIO E PALLE INATTIVE

—  

Milan e Fiorentina non pareggiano da sei confronti consecutivi, vinti sempre da chi ha sbloccato per primo il punteggio. Guardando la storia recente, dunque, l'approccio sembra essere determinante, e lo è ancora di più se si considera che fin qui i viola sono sempre partiti forte, segnando tanto in avvio (5 reti nel primo quarto d'ora). I rossoneri hanno fatto altrettanto, trovando la via della rete più spesso nella fase centrale di gara - ben 11 le realizzazioni a cavallo dei due tempi di gioco. I gol - fatti ma anche subiti - non mancano a entrambe, motivo per cui l'efficacia delle palle inattive potrebbe rivelarsi un fattore. I viola primeggiano per numero di gol realizzati di testa (6) e da punizioni indirette (2), fondamentali sofferti nelle ultime uscite dal Milan dopo un avvio di stagione sopra la media. Contro PSG e Lecce i rossoneri sono stati sorpresi negli sviluppi dei corner, per tornare a blindare la porta sarà fondamentale ritrovare l'attenzione necessaria in queste situazioni, e perché no, magari provare anche a colpire la Fiorentina con i suoi stessi punti di forza.

TREQUARTI TRA INSERIMENTI ED EQUILIBRIO

—  

Due interpreti fin qui si sono spesso rivelati l'uomo in più delle due squadre. Da un lato Ruben Loftus-Cheek, al rientro dopo l'assenza di Lecce e decisivo nel successo europeo sul PSG, dall'altro Jack Bonaventura, protagonista di un avvio di campionato esaltante, valso la chiamata in nazionale. Entrambi si muovono con intelligenza tra il centrocampo e la trequarti: più fisico e dirompente il milanista, più brevilineo e tattico il viola. L'8 e il 5 sono chiamati a dare equilibrio alla squadra e a supportare la manovra offensiva con i propri inserimenti e i "bonus" che hanno nelle corde. Gol e assist sono attesi, ma la loro importanza si è vista anche in fase di costruzione e distruzione. Per caratteristiche di corsa, il duello sarà a tutto campo. Una partita nella partita, che potrebbe essere risolta da chi riuscirà a essere più leader. LEGGI ANCHE: Inter derby infinito. Inzaghi punge i rossoneri su Calhanoglu

 

tutte le notizie di

Se vuoi approfondire tutte le tematiche sul mondo Milan senza perdere alcun aggiornamento, rimani collegato con Pianetamilan per scoprire tutte le news di giornata sui rossoneri in campionato e in Europa.