RICCARDO MONTOLIVO: scheda, video, carriera e stipendio

Il profilo completo del centrocampista del Milan, Riccardo Montolivo, ex Atalanta e Fiorentina. Video, gol, skills, news, statistiche e dichiarazioni del regista rossonero ed ex Nazionale italiano. Ecco la scheda tecnica completa

Riccardo Montolivo Milan

MILAN, CAPITANO ROSSONERO

Riccardo Montolivo

LA SCHEDA

Nome: Riccardo Montolivo

Luogo e data di nascita: Milano, 18 gennaio 1985

Altezza: 181 cm

Peso: 65 kg

Scadenza contratto: 30.06.2019

Stipendio: 2,5 milioni netti all’anno

 

VIDEO – MONTOLIVO STORY: LA FASCIA, GLI INFORTUNI, LA PANCHINA

BIOGRAFIA IN PILLOLE

Nato a Milano e cresciuto a Caravaggio, possiede anche passaporto tedesco: la madre infatti è nativa di Kiel e i nonni materni provengono dallo stato di Schleswig-Holstein. Bilingue (italiano, tedesco), si è sposato il 22 maggio 2014 con la modella e attrice fiorentina Cristina De Pin.

CARRIERA

Atalanta

Cresciuto a Caravaggio, provincia di Bergamo, muove i primi passi nella scuola calcio della città e a 8 anni viene notato dall’Atalanta, che lo inserisce nelle proprie giovanili. Esordisce in prima squadra l’11 settembre 2003 nella partita di Serie B finita 0-0 nella quale entra all’81’ al posto di Michele Marcolini. Segna il suo primo gol il 7 dicembre 2003, nella partita casalinga disputata vinta 2-0 contro il Bari. A fine stagione l’Atalanta viene promossa in Serie A, in cui debutta in Atalanta-Lecce 2-2 del 12 settembre 2004, il suo primo gol è del 23 ottobre 2004 in Atalanta-Cagliari 2-2, ma a fine campionato i nerazzurri retrocedono terminando ultimi.

Fiorentina

Nell’agosto del 2005 viene ceduto in compartecipazione alla Fiorentina per 3,5 milioni di euro e nell’estate del 2006 i viola riscattano l’altra metà del suo cartellino per 2 milioni di euro. In sette stagioni con i gigliati raggiunge le semifinali nella Coppa UEFA 2007-2008 per la quale la squadra si era qualificata malgrado i 15 punti di penalizzazione nella stagione 2006-2007 dovuti alle sentenze di Calciopoli. Nel gennaio 2010 diventa anche il capitano della squadra ma perde la fascia da quando, il 16 settembre 2011, comunica di non voler prolungare il contratto in scadenza nel 2012 per la volontà di giocare in una squadra di maggiore importanza e caratura tecnica. Con i viola totalizza 261 presenze e 19 gol, 219 e 17 in Serie A.

Milan

Il 17 maggio 2012 il Milan annuncia l’arrivo a parametro zero di Montolivo con un contratto quadriennale fino al 30 giugno 2016. Il 26 agosto fa il suo debutto in rossonero nella sconfitta casalinga per 1-0 contro la Sampdoria, mentre il suo primo gol arriva il 30 ottobre nel pareggio esterno per 2-2 contro il Palermo Il 25 novembre in Milan-Juventus 1-0 indossa per la prima volta la fascia di capitano rossonero, assumendone ufficialmente i gradi all’inizio della stagione 2013-2014, e li terrà fino all’estate del 2017. Il 23 dicembre 2016 la sua squadra vince la Supercoppa italiana per 5-4 ai rigori contro la Juventus a Doha. All’inizio della stagione 2018-2019 non rientra più nei piani dell’allenatore Gennaro Gattuso e prima viene messo fuori rosa, poi reintegrato. Rifiutato il rinnovo, finisce fuori dai piani del Milan e vivrà l’intera stagione 2018/19 da reietto, senza mai vedere il campo. Gattuso smentirà sempre litigi con l’ex capitano rossonero, mentre il Milan rifiuterà sempre l’etichetta di fuori rosa

VIDEO – GATTUSO: “MONTOLIVO FUORI PER SCELTA TECNICA, NESSUNA LITE”

Montolivo lascia il Milan 30 giugno 2019, alla scadenza del suo contratto. In quella che poteva essere la sua ultima partita a San Siro, non viene convocato, chiudendo la stagione 2018/19 senza presenze e da separato in casa. Successivamente, in un suo post Instagram lancia qualche frecciata polemica al Milan (Mi hanno fatto di tutto e non ho mai fiatato) e saluta con affetto i tifosi rossoneri

VIDEO – ADDIO MONTOLIVO, IL SALUTO DELL’EX CAPITANO

 

Nazionale

Gioca in molte rappresentative giovanili, tra cui l’Under 21, con cui disputa gli Europei di categoria del 2006 e del 2007, e disputa anche i Giochi di Pechino 2008 con la compagine olimpica. Il 17 ottobre 2007 esordisce nella Nazionale maggiore giocando titolare nella partita amichevole contro il Sudafrica, disputata a Siena e finita 2-0 a favore degli azzurri. Partecipa ai Mondiali del 2010, agli Europei del 2012 (secondo posto) e alle Confederations Cup del 2009 e del 2013 (terzo posto). Giocando da titolare indossa per due volte la fascia di capitano. In azzurro ha subito due gravi infortuni, che ne hanno limitato l’impiego anche nel Milan: il 31 maggio 2014, durante l’amichevole contro l’Irlanda (0-0), si frattura la tibia sinistra a seguito di un contrasto con Alex Pearce, e così deve rinunciare ai Mondiali, così come deve rinunciare a Euro 2016 per un problema muscolare al polpaccio della gamba sinistra; il 6 ottobre 2016 invece, nella partita di qualificazione ai Mondiali 2018 pareggiata a Torino 1-1 contro la Spagna, riporta una lesione al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Con la Nazionale ha collezionato 66 presenze segnando 2 gol.

 

LA FASCIA DA CAPITANO

Cresciuto nell’Atalanta e affermatosi nella Fiorentina (lasciata – da capitano – a parametro zero, scatenando le ire della tifoseria viola e dei Della Valle), approda al Milan il 17 maggio del 2012, scegliendo la maglia numero 18. In un Milan in piena ricostruzione, Montolivo alla fine della stagione 2012-13 viene designato come successore di Massimo Ambrosini per indossare la fascia di capitano dei rossoneri. Una scelta che pare essere stata dettata anche dalla volontà di Silvio Berlusconi, suo estimatore. Perde i titoli di capitano nella stagione 2017/18, con l’arrivo di Leonardo Bonucci dalla Juventus. La nuova proprietà cinese, volendo dare un segnale di discontinuità con il passato, gli leva la fascia, che non indosserà mai più. Dopo Bonucci, infatti, il capitano diventerà nella stagione 2018/19 Alessio Romagnoli.

 

CARATTERISTICHE TECNICHE

Può ricoprire tutti i ruoli del centrocampo, dal regista davanti alla difesa fino all’interno di centrocampo e al trequartista. Dotato di grande tecnica individuale e buona visione di gioco, è bravo a effettuare lanci, passaggi lunghi e passaggi corti smarcanti per i suoi compagni di squadra e ha anche un buon tiro dalla lunga distanza, ma il suo difetto principale è la poca velocità.

 

VIDEO – 2014, MONTOLIVO IN GOL CONTRO IL CATANIA

 

CURIOSITA’

Ha anche il passaporto tedesco e parla la lingua: la madre Antje è infatti nativa di Kiel e i nonni materni provengono dal Land dello Schleswig-Holstein, estremo nord della Germania.

 

DICONO DI LUI

“Io contro Montolivo non ho nulla, faccio scelte tecniche e sto portando altri discorsi avanti. Si allena con la squadra, guarda i filmati. Non è scelta di antipatia, ma solo tecnica e tattica”. (Gennaro Gattuso)

 

STATISTICHE

STATISTICHE

SQUADRA STAGIONE SERIE A CHAMPIONS LEAGUE EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA SUPERCOPPA NAZIONALE
Atalanta 2003-04 41 (4)- Serie B
Atalanta 2004-05 32 (3) 6
Fiorentina 2005-06 20 (1) 4
Fiorentina 2006-07 36 (2)
Fiorentina 2007-08 34 (2) 11 (1) 2 1
Fiorentina 2008-09 34 (4) 6 2 8
Fiorentina 2009-10 36 (2) 10 (1) 4 7
Fiorentina 2010-11 29 (2) 8
Fiorentina 2011-2012 30 (4) 3 13 (1)
Milan 2012-2013 32 (4) 6 1 13 (1)
Milan 2013-14 29 (3) 7 1 8
Milan 2014-15 10 2
Milan 2015-16 31 4 4
Milan 2016-17 9 3
Milan 2017-18 18 (1) 5 (2) 3 1
Milan 2018-19

*Tra parentesi i gol / Nella stagione 2018/19 non ha fatto nessuna presenza

PALMARES

2001-2002 Atalanta

Campionato Allievi Nazionali

2002-2003 Atalanta

Coppa Italia Primavera

2016-2017 Milan

Supercoppa Italiana

 

(di Massimiliano Valle)