‘Milan Addicted’ su ‘Milan TV’: Matt e Bise tra i ricordi di Manchester e Kaka

‘Milan Addicted’ su ‘Milan TV’: Matt e Bise tra i ricordi di Manchester e Kaka

Matteo Pelusi e Valentino Bisegna, in arte Matt e Bise, sono i protagonisti della nuova puntata di ‘Milan Addicted’ su ‘Milan TV’: le parole degli YouTuber

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Tifare Milan a Torino non è facile. Matteo Pelusi e Valentino Bisegna, in arte Matt & Bise, sono proprio grandi rossoneri nati nel capoluogo piemontese. E per loro la Finale 2003 di Champions League a Manchester è stata davvero qualcosa di speciale, un’emozione unica. Questa coppia di famosissimi ‘YouTuber’, vere e proprie webstar, sono i nuovi protagonisti del Milan Addicted in onda su ‘Milan TV’.

Queste le dichiarazioni di Matteo Pelusi, in arte Matt, a ‘Milan Addicted’:

“Ero un bambino che aveva tutto brandizzato Milan: lo zainetto a scuola era del Milan, il cappuccio delle matite era del Milan, ero molto tifoso del Milan. Fisicamente ero un ragazzino un po’ cicciottello: e poi tifare Milan a Torino non è una cosa facile”.

“Vivo a Torino, finale di Champions League tra Milan e Juventus, unico a tifare Milan. Nel mio balcone, a Torino, con tutti che tifavano Juventus … quando Andriy Shevchenko ha tirato l’ultimo rigore ed abbiamo vinto, ricordo il fischio dell’arbitro, l’abbraccio con Nelson Dida …”.

“Ho pianto quando Ricardo Kaka è andato via. Ricordo il coro ‘Non si vende Kaka’, e poi l’abbiamo venduto … Quando è tornato Kaka, ho pianto di nuovo! Ho assistito al primo gol di Kaka in rossonero”.

“Il gol più bello del Milan? Quello di Kaka, all’Old Trafford contro il Manchester United, quando fece scontrare due difensori e poi ha segnato …”.

INTANTO OGGI HA PARLATO L’AGENTE DI LUCAS PAQUETA. PER LE SUE DICHIARAZIONI, CONTINUA A LEGGERE >>>

CHIEVO-MILAN IN ESCLUSIVA SU DAZN. PER VEDERLA GRATIS, CLICCA QUI!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy