Nuovo stadio, il sì del Comune è simile a un no: gelo per Milan e Inter

Nuovo stadio, il sì del Comune è simile a un no: gelo per Milan e Inter

Come viene riportato dal “Corriere dello Sport”, il Comune ha confermato il pubblico interesse per il nuovo stadio, ma le condizioni sono complesse

di Salvatore Cantone, @sa_cantone

ULTIME MILAN – Come viene evidenziato dal Corriere dello Sport, il Comune ha confermato il pubblico interesse per il nuovo stadio che Milan e Inter intendono costruire in zona San Siro, ma questo sì ha tutta l’aria di essere un no. La Giunta, infatti, ha abbassato la sbarra rispetto all’eventualità di sfiorare i limiti contenuti dal PGT per quanto riguarda la costruzione degli edifici commerciali previsti per l’area attorno all’impianto.

E’ stato lo stesso sindaco Sala, attraverso il proprio account Facebook, a prendere posizione: “Alla luce del percorso – tecnico e politico – compiuto fino ad ora, la Giunta tenutasi in data odierna ha deliberato il pubblico interesse alla proposta di Milan e Inter sullo stadio, ma eventuali altre opere (ad esempio spazi commerciali, uffici, hotel) saranno autorizzate solo nella misura prevista dal corrente Piano di Governo del Territorio del Comune di Milano”.  Per Milan e Inter è brutto colpo, così come dimostra il gelido comunicato diffuso nella serata di ieri: “In relazione alla delibera odierna della Giunta Comunale, che riconosce il Pubblico Interesse alla proposta presentata da AC Milan e FC Internazionale Milano, i Club si riservano di analizzare nel dettaglio l’atto e valutare se le condizioni poste siano compatibili con la fattibilità e la sostenibilità economica del progetto”.

Le due società milanesi chiedevano per prima cosa di raddoppiare (0,63 contro 0,35) le cubature commerciali, con l’obiettivo di rientrare più rapidamente dall’investimento di 1,2 miliardi di euro. Questa chiusura impone dunque a rivedere tutti gli aspetti legati al progetto presentato da Milan e Inter, oltre ovviamente a diventare sempre più sottili i margini nella trattativa che si è aperta con il Comune. A questo punto sembra sempre più probabile attuare il piano B, che di fatto corrisponde all’ipotesi di spostarsi a Sesto San Giovanni. Intanto Capello esalta il possibile ritorno di Ibrahimovic al Milan, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter/// Instagram/// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy