Tuttosport – Giampaolo: “Milan, ci sono tante cose da sistemare”

Tuttosport – Giampaolo: “Milan, ci sono tante cose da sistemare”

Marco Giampaolo, tecnico rossonero, ha parlato al termine della partita pareggiata (0-0) sul campo del Cesena: passo indietro rispetto le altre amichevoli

di Daniele Triolo, @danieletriolo

ULTIME MILAN – Ieri sera, all’Orogel Stadium – Dino Manuzzi di Cesena, il Milan di Marco Giampaolo ha pareggiato 0-0 l’ultima amichevole prima dell’inizio del campionato di Serie A 2019-2020, nel quale i rossoneri debutteranno ad Udine, ‘Dacia Arena‘, domenica 25 agosto alle ore 18:00.

Non è stata una bella partita da parte del Milan, che ha fatto sicuramente registrare un passo indietro, molto evidente, rispetto le uscite nell’International Champions Cup 2019 contro Bayern Monaco, Benfica e Manchester United, ma anche in confronto al precedente test match, quello disputato in Kosovo contro il Feronikeli.

Al termine della partita contro i romagnoli di Francesco Modesto, neo-promossi in Serie C, ha parlato, naturalmente, Giampaolo: “È stata una partita impegnativa a livello fisico. L’avversario era di valore, ci ha fatto fare un bell’allenamento – ha esordito il tecnico rossonero, come riportato da ‘Tuttosport‘ oggi in edicola -. Dobbiamo mettere a posto un sacco di cose ed inserire gli ultimi arrivati in un modo di pensare collettivo”.

La strada da percorrere è lunga, è tanta – ha poi proseguito Giampaolo con i cronisti -. Basta un’interpretazione sbagliata per far saltare equilibri sottili. L’idea è quella di andare sempre in avanti, lasciandoci 50 metri alle spalle. Giocare così è rischioso, richiede puntigliosità e dobbiamo farlo in maniera corale”.

L’allenatore abruzzese ha quindi aggiunto: “I calciatori che sono arrivati dopo, come Lucas Paqueta e Franck Kessie, devono ancora essere messi a posto. I primi danno più garanzie perché hanno lavorato più a lungo su questi concetti. Ma non ci spaventa. Léo Duarte si è allenato una volta sola: ha zero conoscenze di quello che gli chiedo. Mateo Musacchio? Aveva un problemino, ma la coppia difensiva che mi dà più garanzie è Musacchio con Alessio Romagnoli“.

Chiosa dell’allenatore su Ismael Bennacer (“Non l’ho ancora allenato, siamo ancora lontani con lui”), Jesús Suso (“L’ho detto, è un giocatore forte”) e, soprattutto, Krzysztof Piatek, rimasto a secco anche in questa circostanza. “Dai report che abbiamo ha un indice molto alto nella percezione della fatica – ha rivelato Giampaolo -; per cui è quello che la deve smaltire più degli altri”. Del Milan ha parlato, oggi, anche il Commissario Tecnico della Nazionale Italiana di calcio, Roberto Mancini: per le sue dichiarazioni, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy