Milan, con Pioli si ritorna a un modulo utilizzato negli anni Cinquanta

Milan, con Pioli si ritorna a un modulo utilizzato negli anni Cinquanta

Come viene riportato dalla “Gazzetta dello Sport”,Stefano Pioli ha rivoluzionato il Milan con un 3-2-2-3. La chiave è il quadrilatero di centrocampo

di Salvatore Cantone, @sa_cantone

ULTIME NEWS MILAN – Come viene evidenziato dalla Gazzetta dello Sport, il Milan contro il Lecce si è schierato con uno “strano” 3-2-2-3, adottato in Italia più o meno fino alla metà degli anni Cinquanta. Tre difensori puri, quattro di centrocampo formato da due mediani di copertura e di regia e da due mezzali pronte e inserirsi, e tre attaccanti che occupano in ampiezza tutto il settore.

Il punto chiave in questo sistema di gioco di Stefano Pioli è il quadrilatero di centrocampo, che ha il compito di difendere e allo stesso tempo di creare e verticalizzare: contro il Lecce sono stati scelti Biglia e Kessie per fare schermo davanti alla difesa, mentre Paquetà e Calhanoglu si sono occupati della fase offensiva. Adesso non resta che trovare gli uomini giusti per questo sistema di gioco, con Bennacer che in futuro potrebbe anche prendere il posto di Biglia. Intanto il Milan potrebbe essere interessato a un calciatore nel mercato di gennaio, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter/// Instagram/// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy