Gazzetta – Milan, Veretout è vicino: i rossoneri hanno l’ok del francese

Gazzetta – Milan, Veretout è vicino: i rossoneri hanno l’ok del francese

Sono ore decisive per il futuro di Jordan Veretout, che non è stato convocato per la tournée negli Stati Uniti: il Milan ha l’ok del calciatore

di Salvatore Cantone, @sa_cantone

CALCIOMERCATO MILAN – Come viene riportato dalla Gazzetta dello Sport, Jordan Veretout sembra avvicinarsi al Milan. Il centrocampista ieri non è stato convocato dalla Fiorentina per la tournée negli Stati Uniti, e avrebbe deciso di sposare il progetto rossonero.

OFFERTA – Nella giornata di ieri Pradè, direttore sportivo della Fiorentina, e Joe Barone, braccio destro di Rocco Commisso, hanno incontrato a Casa Milan la dirigenza rossonera. Boban e Maldini hanno dimostrato di volere il calciatore: l’offerta è stata aumentata da 13 a 16 milioni più due di bonus. La trattativa non è chiusa, ma sembra  molto vicino ad esserlo. La Fiorentina ha già deciso di cederlo, la distanza tra i club non sembra certo incolmabile e il giocatore spinge per una definizione in tempi rapidi. Il Milan ha deciso di fare uno sforzo economico, in quanto il centrocampista sarebbe un elemento molto importante per Giampaolo.

BIGLIA – Come noto, Maldini vorrebbe aggiungere Lucas Biglia nell’operazione, in modo da liberare un posto a centrocampo e soprattutto liberarsi di un ingaggio molto pesante. L’argentino guadagna 3,5 milioni di euro all’anno, cifra insostenibile per la viola, e dunque il Milan comunque dovrebbe contribuire per una parte. Montella, però, preferirebbe De Rossi, quindi la situazione è al momento in stand by. Biglia è il vero nodo che deve essere sciolto. Il Milan vuole inserirlo, la Fiorentina no: è un ostacolo ma non così grande da bloccare la strada di Veretout per Milano. Intanto spunta un nome nuovo per la mediana, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy