Pagelle Roma-Milan: Donnarumma sembra Superman, gli esterni deludono

Pagelle Roma-Milan: Donnarumma sembra Superman, gli esterni deludono

Analisi, voti e giudizi di Roma-Milan: i rossoneri escono dall’Olimpico con un buon pareggio, grazie al gol di Piatek e ai miracoli di Donnarumma

di Luca Fazzini, @_lucafazzini

 LE PAGELLE 

Lucas Paquetà in azione
Lucas Paquetà in azione (GETTY Images)

Donnarumma 8 – Brutta vita decidere una partita senza finire nel tabellino: Gigio mette il timbro in almeno quattro occasioni. Chiude lo specchio in tutti i modi, e parerebbe lo svarione di Musacchio in occasione del pareggio giallorosso.

Calabria 6 – E’ lui il terzino designato a spingere, ma non si rende pericoloso. In difesa alterna buone diagonali a incertezze.

Musacchio 5 – Fa capire da subito di essere in difficoltà. Poi, nel primo tempo, migliora, ma pasticcia incredibilmente in occasione dell’1-1.

Romagnoli 6.5 – Il più sicuro della retroguardia rossonera: gioca con sicurezza e personalità, non sbavando mai.

Rodriguez 6 – Spetta a lui il compito di terzino bloccato: controlla bene su Schick in fase difensiva.

Kessié 6.5 – Si riprende dopo qualche partita poco brillante: oggi corre molto, si sbatte, conquista molti palloni e fa valere il suo fisico. Peccato che perda Zaniolo in occasione del pareggio giallorosso.

Bakayoko 6 – Si faccia il discorso opposto rispetto al precedente: perde qualche pallone e non riesce a dominare. Prestazione comunque sufficiente, senza errori gravi.

Paquetà 6.5 – Prima parte di partita di assoluta qualità: verticalizza molto, svaria su tutto il fronte offensivo e non demorde in occasione dell’assist (perfetto) che porta al vantaggio di Piatek (dal 77′ Castillejo 5.5 – Non si fa mai vedere).

Suso 5 – Un fantasma: o meglio, prova a farsi vedere, ma non è mai pericoloso. Non si accende mai e nel finale sbaglia tanto: negli ultimi minuti Gattuso gli preferisce Laxalt (dall’87 Laxalt 6.5 – Entra e sfiora il gol vittoria con un destro che impegna Olsen).

Piatek 7 – Boom boom. Ancora una volta. Segna al 25′ e scatta sempre in verticale, mettendo sempre paura alla difesa giallorossa (dall’87 Cutrone sv).

Calhanoglu 5 – Prova a costruire, ma continua a faticare: non riesce trovare il guizzo decisivo per creare pericoli alla retroguardia giallorossa.

VAI ALLA PROSSIMA SCHEDA PER IL GIUDIZIO SUL MISTER!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy