LIVE PM – Montella: “Donnarumma? Mai promessa la fascia. Voglio parlare con Niang. Sulla difesa a tre…”

LIVE PM – Montella: “Donnarumma? Mai promessa la fascia. Voglio parlare con Niang. Sulla difesa a tre…”

Vincenzo Montella presenta i temi principali della sfida di domani di San Siro, dopo che i rossoneri nella prima giornata hanno vinto contro il Crotone

di Redazione

dal nostro inviato a Milanello, Luca Fazzini

Finisce qui la conferenza di Vincenzo Montella

Sul vivaio: “La differenza la fa se negli 11-15 si possono portare giocatori del settore giovanile, sia per senso di appartenenza sia perchè così si può investire diversamente il proprio budget perchè si hanno risorse e titolari già in casa. Ci sono calciatori che stanno dimostrando di poter stare in questo Milan, molto dipenderà anche dal loro valore e dalla loro crescita. Finchè lo meriteranno, avranno il loro spazio”.

Sul Milan dei tedeschi e la gaffe di Thohir: “(ride, ndr) La formazione del Milan degli olandesi la conosco a memoria”.

Ancora su Raiola e la vicenda capitano: “Montolivo e Abate si stanno comportando in modo esemplare, è stata brava anche la società a spiegare la scelta di volere un nuovo acquisti. Dopo qualche giorno di scossa, i ragazzi l’hanno accettata nel modo migliore, c’è feeling, Abate e Bonucci sono andati anche a cena insieme”.

Sul mercato: “Vedo il direttore molto stanco, mi auguro che finisca molto presto. Negli ultimi giorni di mercato c’è sempre un po’ di tensione, ma mi auguro che questo non sia fonte di distrazione”.

Sul presidente: “Siamo sempre in contatto con David, che viene molto spesso ed è il referente tra i due mondi. Il presidente è felicissimo, anche David. Ovunque andiamo c’è grande entusiasmo, sentiamo la vicinanza, mi auguro che sia l’inizio”.

Su Gomez, Paletta e Sosa: “E’ una domanda che potrebbe suscitare equivoci. Essendo numericamente tanti, ho preferito coinvolgere chi ha situazioni di mercato aperte. Quando chiuderà il mercato, allenerò tutti quelli che avrò a disposizione. Se saremo tanti, farò delle scelte. Rosa ideale? Non è 20+3 portieri, è qualcuno in più. Il numero ideale di giocatoreìi? Non sono preparato, se sono forte anche 18 (ride, ndr)”.

Sulla difesa a tre: “E’ stata provata per la prima volta, mi sembrava la soluzione giusta. Non c’erano tutti gli elementi, è da rivedere, ma non mi aspettavo di più. Come caratteristiche la difesa ci può stare, poi bisogna considerare la squadra nell’insieme”.

Su Kalinic: “Molto probabilmente lo convoco. E’ ancora un po’ indietro, sta facendo lavoro con la squadra. Attacco? Siamo contenti di Cutrone, così come dell’arrivo di Andrè Silva e Nikola. Da quando la panchina ha 23 elementi, qualcuno dovrà andarci (ride, ndr). Giocando ogni tre giorni, non vedo problemi. Due punte? Abbiamo provato anche nel pre-campionato”.

Su Montolivo e Locatelli: “Riccardo si è allenato ieri, l’abbiamo tenuto a riposo volutamente, forzando sarebbe potuto venire in Macedonia. Anche Biglia è migliorato molto. Locatelli sta crescendo sempre di più, l’Europa dà esperienza, l’altro giorno ha fatto una grande partita. Montolivo può fare anche l’interno di centrocampo e può giocare in un centrocampo a due, sono risorse importanti”.

Sulla difesa: “La porta inviolata è un dato che mi fa piacere e dà valore al lavoro dei ragazzi. Bisogna continuare a migliorare nella fase difensiva. A vincere sono le squadre più forti ma soprattutto più equilibrate”.

Sulle parole di Raiola su Donnarumma e Niang: “Rispetto tutti, ma diamo troppa importanza a quello che dicono gli altri. La società non mi ha mai detto di assegnare la fascia di capitano a Donnarumma e non è mai stata promessa, magari hanno detto nel futuro. Niang? E’ un ragazzo sensibile, vorrei parlarci un po’ perchè con lui ho un ottimo rapporto”.

Sul Cagliari: “E’ una squadra che l’anno scorso ci ha messo particolarmente in difficoltà, sia all’andata che al ritorno. Vengono da una sconfitta, sarà una partita pericolosa perchè sono preparati tatticamente e hanno ottime individualità, soprattutto in attacco”.

Sull’entusiasmo e la reazione positiva della squadra: “Per ora ci sta dando più energie, senza euforia, perchè poi diventa pericoloso. La squadra sta gestendo bene questa situazione, dobbiamo concentrarci su un obiettivo per volta, perchè ci sono anche Europa League e Coppa Italia, così come alcuni avranno le Nazionali”.

Sull’esordio: “Mi aspettavo quest’entusiasmo, verrà anche il presidente. Nelle ultime due partite casalinghe abbiamo sentito il supporto del pubblico, siamo orgogliosi. Ci piacerebbe partire bene”.

Domani sera, alle ore 20:45, allo stadio di San Siro, il Milan affronterà il Cagliari di Davide Rastelli, dopo la bella vittoria nella prima giornata contro il Crotone. Vincenzo Montella, come di consueto, presenta in conferenza stampa le tematiche principali dell’appuntamento: restate su ‘Pianeta Milan’ per non perdervi neanche una dichiarazione dell’Aeroplanino!

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy