Sampdoria-Milan, l’analisi tecnica di Fabio Bazzani

Ecco l’analisi tecnica dell’ex attaccante della Sampdoria, Fabio Bazzani, tifoso rossonero, sulla sfida di domenica al Ferraris tra blucerchiati e il Milan

di Donato Bulfon, @DonatoBulfon

Quello di Marassi, domenica nel lunch match, sarà un banco di prova molto importante per il Milan di Vincenzo Montella. I rossoneri, infatti, saranno attesi dalla difficile sfida contro la Samp, squadra molto organizzata e con individualità da tenere d’occhio. Insomma, sarà una gara delicata per un Milan a caccia di continuità dopo il doppio successo interno ottenuto contro Udinese e Spal. Insieme a Fabio Bazzani siamo andati ad analizzare nel dettaglio la squadra di Marco Giampaolo. Ecco, dunque, la Samp ai raggi x.

ULTIMA SFIDA
Ci si aspettava Lapadula, e alla fine arrivò Carlos Bacca. Il 16 settembre scorso fu proprio l’attaccante colombiano a risolvere una gara molto complicata per il Diavolo. Grande sofferenza nella prima frazione per i rossoneri, con Muriel più volte pericoloso dalle parti di Gigio. Ma nel finale ecco il guizzo di Bacca (entrato poco prima per Lapadula), abile nel trafiggere Viviano al termine di una ripartenza fulminea. Finì 0-1 per il Milan.

IL MODULO DELLA DORIA
La Samp è, di fatto, la copia della scorsa stagione. Giampaolo ha confermato il 4-3-1-2 che permette di creare densità in mezzo al campo, concedendo però qualcosa sugli esterni. In porta c’è Puggioni, con la linea a 4 composta da Sala (o Bereszynski), Silvestre, Regini e Murru. A centrocampo il rombo è formato da Linetty, Torreira e Praet, con Ramirez (favorito su Alvarez) alle spalle del duo Quagliarella-Zapata. Fabio Bazzani ci racconta le caratteristiche tecnico/tattiche della squadra doriana, via Milan TV: “La Sampdoria ha mantenuto lo stesso assetto dell’anno scorso in virtù della conferma di Giampaolo e dei suoi principi di gioco. Cambia in alcuni interpreti, perchè l’arrivo di Zapata e Ramirez danno diversità rispetto a Schick e Muriel l’anno scorso. Sono partiti bene, giocano un buon calcio, dobbiamo aspettarci una partita complicata e qualcosa possono concedere, anche se Giampaolo è bravo a organizzare la difesa: ma con questo trequartista e con le due punte ti concedono qualcosa sugli esterni. E’ una squadra con molta qualità e quando gioca in casa si esalta anche”.

Fonte: acmilan.com

 

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Milan, il dilemma di Montella: chi in campo tra i tre fantasisti?

Ferrero: “Montella, ti voglio bene ma ti batto 2-1”

G.Galli: “Montella bravo finora, il Milan ha una spina dorsale”

Milan, Montella soddisfatto: il nuovo modulo dà garanzie

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy