Rebic non si ferma più: il Milan ora accelera per il riscatto

MILAN NEWS – Ante Rebic, subentrato a Zlatan Ibrahimovic in Lazio-Milan, ha impiegato solo 13′ per siglare il suo 10° gol stagionale. Il croato deve restare

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Ante Rebic Milan-Udinese

MILAN NEWS – Ora più che mai chiamatelo (Devast)Ante Rebic. L’attaccante croato, classe 1993, ieri ha messo la ciliegina sulla torta nella vittoria, 3-0, del Milan sul campo della Lazio, approfittando di un assist di Giacomo ‘Jack’ Bonaventura: scattato sul filo del fuorigioco, l’ex Fiorentina e Hellas Verona ha infilato Thomas Strakosha sul palo più lontano, sigillando, di fatto, il dominio rossonero nel match dello stadio ‘Olimpico‘ di Roma.

Con il gol segnato nella Capitale, Rebic è giunto a quota 9 gol in 19 gare di Serie A con il Milan, una media di quasi un gol ogni due partite, ma è spettacolare vedere quanto il croato sia esploso in questo 2020. Le sue 9 marcature, infatti, si concentrano tutte nelle ultime undici partite, dalla doppietta rifilata a Juan Musso in Milan-Udinese 3-2 del 19 gennaio scorso al guizzo sul campo della Lazio.

Soltanto contro Verona, Genoa e Spal il numero 18 rossonero non ha trovato la via della rete. Rebic, tra l’altro, vanta un record significativo in questa sua prima stagione con il Diavolo: è l’unico calciatore della rosa di Stefano Pioli ad aver toccato la doppia cifra totale in fatto di reti, poiché, nel suo ‘score‘ personale, ha aggiunto anche una perla in Coppa Italia a ‘San Siro‘ in occasione della semifinale di andata contro la Juventus.

Il Milan gongola e si gode il suo formidabile attaccante, elemento molto duttile in grado di beneficiare del lavoro di Zlatan Ibrahimovic ma che, nelle ultime gare, ha dimostrato anche di poter giocare al posto dello svedese, da ‘falso nueve‘ che non dà molti punti di riferimento, in grado ugualmente di far male al portiere avversario. Per il Milan, adesso, non è più possibile procrastinarne il riscatto.

Rebic, attualmente, è in prestito biennale al Milan: l’accordo con l’Eintracht Francoforte, proprietario del suo cartellino, scadrà il 30 giugno 2021. Medesima situazione per André Silva, classe 1995, centravanti portoghese che, in Germania, ha concluso la sua annata con 16 gol e 5 assist in 37 partite con le ‘Aquile‘ di Adolf ‘Adi’ Hütter. Le due società stanno parlando per trovare una soluzione che accontenti tutti economicamente e che consenta a Rebic di restare a Milano ed a Silva di restare a Francoforte.

Allo studio una valutazione sui cartellini dei due calciatori che non possono essere scambiati ad una cifra troppo alta perché, altrimenti, peserebbero troppo sul bilancio di Milan ed Eintracht; allo stesso tempo, però, si sta studiando il modo di far realizzare una plusvalenza significativa ad entrambe le società, considerando anche che il 50% della vendita di Rebic l’Eintracht dovrà girarlo alla Fiorentina.

La certezza è che il Diavolo, alla fine, tratterrà Rebic. Per la soddisfazione di Ralf Rangnick, che non vede l’ora di proporlo in coppia con Luka Jovic, con il quale ha già fatto faville in Germania per due stagioni. LEGGI QUI L’INTERVISTA DI LUCAS PAQUETÁ A ‘SKY SPORT’ TRA LE GARE CONTRO LAZIO E JUVENTUS >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy