Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Poulinakis (ex pres. Ofi Creta): “Gattuso? Mi dissero che ero pazzo”

Gennaro Gattuso, tecnico del Milan (credits: acmilan.com)

Manthos Poulinakis, ex presidente dell'OFI Creta, ha parlato ai microfoni di MilanNews. L'ex numero uno del club greco ha spiegato il suo rapporto con Gattuso

Patrick Iannarelli

Manthos Poulinakis, ex presidente dell'OFI Creta, ha parlato ai microfoni di MilanNews. L'ex numero uno del club greco ha spiegato il suo rapporto con Gennaro Gattuso. Ecco le sue parole:

Rino Gattuso è l'allenatore del momento in Serie A. Se lo aspettava?

"Sì, me lo aspettavo. Rino è un lavoratore, ama il calcio e ama il Milan. Sono tre elementi questi che lo stanno portando lì dov'è. Ha fatto i giusti passi negli scorsi anni per arrivare a questa panchina, accumulando esperienza in diverse squadre e ora è arrivato il suo momento per mostrare le sue capacità di allenatore".

Come vi siete conosciuti?

"Dopo un'ottima stagione con Ricardo Sa Pinto in panchina, noi dell'OFI cercavamo un tecnico con un profilo simile, giovane e ambizioso. Ho chiamato un amico italiano che lavora nel calcio e gli ho detto che mi sarebbe piaciuto Gattuso come allenatore. Mi disse che ero pazzo e che Gattuso non avrebbe mai accettato. Mi sono mosso così per altre vie, ho trovato il suo numero attraverso un giornalista e il giorno seguente ho preso il volo per Milano per incontrarlo".

Come lo ha convinto ad accettare il lavoro a Creta?

"Gli ho spiegato tutta la situazione. Che la squadra aveva un enorme seguito, con tifosi entusiasti e che avrebbe potuto dare lustro alla sua carriera. Ha visitato Creta e visto le strutture del club. E la cosa che lo ha colpito è stata che l'isola gli ha ricordato la Calabria. Questo ha recitato un ruolo fondamentale nella sua decisione".

Qual è stata la sua prima impressione su Gattuso?

"Ero rimasto impressionato del fatto che lui sapesse tutto sull'OFI, i giocatori e pure quali elementi servivano in specifiche posizioni. Tutto questo dopo che ci eravamo visti per la prima volta: mi ha impressionato il fatto di come si sia informato nei minimi dettagli dopo poche ore".

La qualità migliore di Gattuso?

"La mentalità vincente e l'esperienza che ha guadagnando giocando ad altissimi livelli".

Siete ancora in contatto?

"Sì, mi congratulo spesso con lui e ho in piano di visitarlo a Milano per una partita".

Aneddoti sulla sua esperienza a Creta?

"Una volta siamo stati invitati a Parigi per una partita fra PSG e Monaco. Alla fine dell'incontro fummo scortati fuori dallo stadio e i tifosi del Paris Saint-Germain quando hanno visto Gattuso sono andati in massa da lui per chiedere un autografo, ignorando i loro giocatori".

Diventerà un grande tecnico?

"Certamente. Per le qualità che avevo spiegato già lo aspetta una grande carriera".

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

tutte le notizie di

Potresti esserti perso