PM – De Siervo: “San Siro un simbolo da rafforzare. La politica intervenga”

Luigi De Siervo, amministratore delegato della Lega Serie A, ha parlato della questione San Siro durante l’evento ‘Un nuovo modo di raccontare lo sport’

di Luca Fazzini, @_lucafazzini

Dal nostro inviato, Luca Fazzini

Nel corso dell’evento ‘Il Foglio a San Siro – Un altro modo di raccontare lo sport’, l’amministratore delegato della Lega Serie A, Luigi De Siervo, ha parlato della questione stadio: “Il calcio non è dei presidenti, ma è dei tifosi. San Siro non è solo dei tifosi del Milan o dell’Inter, ma è il più importante stadio italiano. Credo che le componenti troveranno le modalità per mantenere intatto nell’immaginario collettivo questo simbolo, non distruggendolo ma rafforzandolo. Chiaramente, i ricavi dello stadio sono il motore vero e reale dello sviluppo dei club. Mi piacerebbe che come paese riflettessimo su questo: il gap con le altre leghe non è dal punto di vista tecnico, ma vincolato alla difficoltà di avere spazi funzionali. L’invito è che la politica – che ha ben chiara l’importanza della crescita del calcio di vertice – metta la testa sulla legge degli stadi per dotarci di strumenti che consentano agli amministratori di fare gli interessi delle realtà locali. L’esperienza della Juventus ha indicato la strada a tutti, ma è un progetto di 15 anni fa. E’ complicato condividere uno stadio, le due proprietà dei club sono internazionali, riguardando due universi differenti. Questa città ha bisogno di un impianto nuovo, ogni giorno che spendiamo a parlarne è un giorno perso”. Di San Siro ha parlato anche uno storico ex come Alessandro Costacurta >>> continua a leggere

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy