Tassotti: “Shevchenko sulla panchina rossonera? Lasciamo lavorare Gattuso”

Mauro Tassotti, vice di Andriy Shevchenko sulla panchina della Nazionale Ucraina, ha parlato ai microfoni di ‘Radio Anch’io Lo Sport’: le sue dichiarazioni

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Mauro Tassotti, vice di Andriy Shevchenko sulla panchina della Nazionale Ucraina, ha parlato ai microfoni di ‘Radio Anch’io Lo Sport’ della partita della Nazionale Italiana contro la Polonia: “Mi è sembrata un’ottima Italia, con noi ha giocato molto bene per circa un’ora e si è confermata ieri sera. Ha i valori per battere il Portogallo. Il Portogallo avrà poi un’altra occasione con la Polonia ma i valori sono quelli, è una buona squadra ma lo è anche l’Italia che da qui allo scontro diretto può crescere ancora”.

Tassotti, poi, ha ritenuto interessante l’idea di Roberto Mancini di giocare con un ‘falso nueve’: “Non so se sia un problema generazionale o se in quel ruolo la maggiore parte dei posti è occupata da stranieri e non è sempre stato così”. Quindi, da ex rossonero, ha fatto un commento sul derby di domenica 21 ottobre (“Mi aspetto una partita equilibrata e bella sul piano del gioco”) e non ha escluso la possibilità di un suo ritorno in Italia, magari da primo allenatore, perché “le vie del calcio sono infinite. Ma per ora sono contento di quello che sto facendo”.

Infine, Tassotti ha risposto ad una domanda sul possibile ritorno di Shevchenko al Milan, un giorno, come allenatore: “Credo che abbia voglia un giorno di poter allenare una squadra di club che non necessariamente deve essere il Milan, che adesso è nelle buone mani di Gennaro Gattuso, lasciamolo lavorare per un po’ di anni”. ‘Sheva’, però, si è sempre dimostrato molto legato ai colori rossoneri. Ricordate le sue ultime dichiarazioni? Cliccate qui per rinfrescarvi la memoria!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram  /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy