Milan sotto osservazione, Rangnick prende appunti: tre intoccabili?

Milan sotto osservazione, Rangnick prende appunti: tre intoccabili?

MILAN NEWS – Il focus sul Milan post-lockdown, che nelle prime partite ha vinto e convinto. Tutta la squadra sotto osservazione: Ralf Rangnick studia tutti

di Giacomo Giuffrida, @GG_Giuffrida
Milan Ralf Rangnick

NEWS MILAN – I giocatori del Milan si giocano la permanenza in rossonero durante questo finale di stagione post-lockdown. Inutile girarci attorno, sanno tutti di essere sotto la lente di ingrandimento di un certo Ralf Rangnick, che sta già studiando chi tenere e chi cedere nel corso della prossima stagione.

Per assurdo, con il calendario così ricco di impegni, avrà modo di osservare buona parte (se non la quasi totalità) della rosa, in quanto prima o poi Stefano Pioli dovrà ruotare i vari giocatori. Rendimento, continuità e tenuta mentale saranno le basi per i giudizi del manager tedesco, che dalla prossima stagione sarà al Milan per riscrivere la storia del calcio italiano (speriamo in positivo) visto che si tratterà del primo allenatore-dirigente in un top club nel nostro campionato.

Contro la Juventus, nella semifinale di ritorno di Coppa Italia, il Milan nonostante l’espulsione di Rebic ad inizio match, ha tenuto bene e con un pizzico di fortuna in più avrebbe potuto anche fare un gol e portare a casa l’insperata qualificazione. Alla fine il doppio confronto è stato deciso da un rigore alquanto discusso a favore dei… beh, ovviamente, dei bianconeri. Poi le vittorie convincenti contro il Lecce e soprattutto la Roma, dominata in lungo e in largo per oltre un’ora di gioco.

GLI INTOCCABILI – Quanti e quali sono i giocatori di cui Rangnick non potrà fare a meno per il suo Milan? Tre? Probabilmente di più. Alcuni rimarranno perché sono linfa vitale per questa squadra, al momento, altri resteranno ma più per questione numerica e per evitare di stravolgere, ancora una volta, la rosa nel corso di una sola estate. Un errore che non va assolutamente ripetuto. Ripartire da zero sarebbe un grave errore.

Se pensiamo ai tre migliori calciatori del Milan, per rendimento, non possiamo non mettere Theo Hernandez, Ismael Bennacer e Ante Rebic. E sono tre. Ma poi come fai ad escludere Alessio Romagnoli? E Gigio Donnarumma?

Insomma, Rangnick al Milan avrà una buona base da cui partire. Senza dimenticare che stanno provando ad emergere Calhanoglu, Kjaer e Kessie. Ma loro, più degli altri, sono ancor più sotto esame. Poi ci sono tutti gli altri panchinari e gregari da valutare: da Castillejo a Saelemaekers, fino a Leao e i vari Conti, Calabria, Krunic… e perché no anche i giovani Brescianini e Maldini, oltre che l’ultimo aggregato in prima squadra Colombo. Anche per loro non è da escludere che da qui al termine della stagione, ci possa essere spazio per mettersi in mostra.

CALCIOMERCATO MILAN – LE NOVITA’ DELL’ULTIM’ORA >>>

SEGUICI SUI SOCIAL: CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy