Milan, Paqueta è un vero mistero: svolta o altrimenti sarà addio

“La Gazzetta dello Sport”, in edicola questa mattina, si concentra su Lucas Paqueta, centrocampista del Milan: o c’è una svolta o sarà addio

di Salvatore Cantone, @sa_cantone
Paqueta

NEWS MILANLa Gazzetta dello Sport, in edicola questa mattina, si concentra su Lucas Paqueta. Al momento il brasiliano può essere definito un mistero: il centrocampista non solo sta cercando se stesso, ma allo stesso tempo deve rendere conto dei 38,4 milioni spesi dal Milan per acquistarlo, cosa che lo fanno il terzo giocatore più caro di sempre della storia del club rossonero.

L’involuzione di Paqueta sembra essere evidente. Di certo l’ex Flamengo nei primi mesi dell’anno ha avuto delle possibilità che non è riuscito a sfruttare. Giampaolo non gli ha mai garantito continuità dal primo minuto, mentre Pioli ha cambiato idea su di lui dopo un mese, mettendolo stabilmente in panchina. La sua prova più convincente in questa stagione è stata la partita a Marassi contro il Genoa, in cui è entrato nel secondo tempo, ma nel 2020 ha disputato solo 127 minuti nelle dodici partite dei rossoneri nell’anno nuovo fra campionato e Coppa Italia.

Oltre alla costante panchina, dunque, c’è da sottolineare il grande caso del malessere avvertito dopo Milan-Udinese (qualcuno ha parlato di crisi d’ansia e di attacchi di panico), mentre nella partita contro il Brescia il brasiliano ha chiesto espressamente a Pioli di non essere convocato. Il caso poi è rientrato, ma comunque contro Fiorentina e Genoa il calciatore non ha disputato neanche un minuto. Problemi di collocazione tattica? In parte. Nel 4-3-3 di Gattuso Paqueta ha ricoperto bene il ruolo di mezzala, mentre nel 4-2-3-1 il suo ruolo non esiste più. E’ anche vero, però, che il brasiliano può ricoprire benissimo anche il ruolo di trequartista, cosa tra l’altro già fatta in Nazionale.

Con il tridente Castillejo-Calhanoglu-Rebic, Paqueta non è riuscito ad avere spazio, ma chissà che le cose non possano cambiare quando si riprenderà a giocare. In queste settimane è nato il primogenito Benicio e questa in famiglia potrebbe essere la svolta giusta per rendere meglio anche in campo. Tocca anche a Pioli rigenerarlo, perchè il Milan non può permettersi di perdere un giocatore pagato così tanto. In caso contrario sarà ceduto, con il Benfica che sembra essere molto interessato. Intanto un ex giocatore rossonero svela un grande rimpianto, continua a leggere >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy