news milan

MILAN-CROTONE, Mihajlovic in conferenza: “Ho avuto risposte da chi gioca poco…”

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Milan (credits: GETTY images)

Ecco il commento, in sala stampa, di Sinisa Mihajlovic dopo la sofferta vittoria del Milan ai danni del Crotone nel quarto turno di Coppa Italia

Edoardo Lavezzari

Dopo aver parlato ai microfoni  della RAI, il tecnico del Milan Sinisa Mihajlovic si è fermato a commentare la prestazione della sua squadra anche in conferenza stampa, ecco le sue parole: "Era giusto far giocare questi ragazzi, era l'occasione giusta anche perchè tutti si stanno allenando bene. era giusto dare un occasione a tutti, alcuni hanno fatto bene, altri meno. Sapevamo che era una partita difficile, a un certo punto abbiamo anche rischiato"

Zapata: "Sicuramente ha sbagliato atteggiamento questa sera, il suo atteggiamento non mi è piaciuto. Sugli altri non ho nulla da dire, volevo vedere chi siamo, dove siamo. Volevo capire su chi posso contare di più e su chi di meno. Ho avuto le risposte che cercavo".

La curva: "Devo essere onesto non ho visto la loro contestazione, ero concentrato sulla partita"

Il turnover: "Ripeto, alcuni hanno fatto bene altri no. Molti non giovano da tanto tempo era normale che faticassero. Il Crotone è secondo in Serie B ed è venuto qui per realizzare un sogno spinti da un grande pubblico era normale avere delle difficoltà".

Il modulo: "Anche in passato mi è capitato di cambiare in corsa, quando avevo più attaccanti. Stasera ho provato a risparmiare Bacca e Niang, ero convinto di farcela invece alla fine ho dovuto mettere Niang. Alla fine ho messo tre titolari e si è vista subito la differenza di qualità. Abbiamo cambiato subito partita"

L'eventuale rilassamento per il calendario facile: "Non ci sono vittorie sulla carta, solo in campo. I supplementari? Devo essere sincero non me lo aspettavo, ma ero sereno, sapevo che avremmo vinto"

La convocazione di Montolivo e Bonanventura: "Di chi potrebbe essere questa decisione se non mia? Può essere mia? Non può essere altro che dell'allenatore"

Honda: "E' un giocatore che adesso viene dopo Cerci e molte volte l'ho messo a partita in corso. Oggi aveva l'occasione giusta per fare qualcosa di importante, oggi si è impegnato, ma non ci è riuscito. Volevo dare un occasione a tutti, alcuni lo hanno fatto bene, altri meno. Comunque ripeto, ho avuto le risposte che volevo"

Un giudizio sul Crotone: "Abbiamo studiato la squadra, non è seconda per caso. Penso sia una delle squadre più organizzate del suo campionato. Giocano simile al Genoa e hanno buoni giocatori. Vedo ci sono entusiasmo e fiducia, è importante. Fa piacere"

Dal nostro inviato a San Siro Edoardo Lavezzari

tutte le notizie di

Potresti esserti perso