Futuro chiarito e massima fiducia: il Milan ha bisogno anche di Cutrone

Futuro chiarito e massima fiducia: il Milan ha bisogno anche di Cutrone

L’agente di Patrick Cutrone ha smentito le voci di mercato sul suo assistito, stimato da Gattuso: nel finale di stagione, il Milan avrà bisogno anche di lui

di Luca Fazzini, @_lucafazzini

Dopo settimane di voci, dubbi e insinuazioni, ecco la smentita. Quale futuro per Patrick Cutrone? In tanti, recentemente, avevano ipotizzato una sua partenza, magari verso Torino o verso Firenze, in un’operazione che potrebbe coinvolgere anche Federico Chiesa. L’interesse per il figlio di Enrico e lo scarso utilizzo di Patrick avevano alimentato le voci di mercato, ma ci ha pensato Giovanni Branchini, agente dell’attaccante rossonero, a placare le acque: “Per lui questa è una stagione di crescita. La concorrenza lo stimola. Nessuno di noi ha mai pensato di fare le valigie, sono voci false e infondate. Non c’è alcun accordo con altri club o in programma incontri, nemmeno con il Torino”.

Parole e musica, fondamentali per il finale di stagione. E fondamentali per un ragazzo di 21 anni, alla ricerca di serenità e fiducia. Ne ha tanta, in lui, Gennaro Gattuso, che non ha mai smesso di elogiare il suo attaccante, specie nelle settimane in cui – complice l’impatto devastante di Piatek – Cutro si è trovato a scaldare la panchina per lungo tempo. Ad oggi, tuttavia, il binomio tra Cutrone e il Milan appare ancora solido, con le parti determinate a proseguire insieme. Il giocatore è ormai una colonna dell’U21 di Di Biagio e a breve potrebbe diventarlo di quella di Mancini.

Il Milan, inoltre, in questo finale di stagione avrà bisogno anche di lui: impossibile dimenticare l’apporto di Patrick nel corso di tutta la scorsa annata, ma non solo. Anche quest’anno, infatti, le sue giocate e i suoi gol sono stati fondamentali, come in occasione delle sfide casalinghe con Roma, Olympiacos e Parma. Il doppio impegno (qualificazione alla Champions + Coppa Italia) gli riserverà dei minuti: a lui, ancora una volta, il compito di rispondere in campo. Con le valigie ancora lì, nell’armadio.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy