Figc, finita la protesta dell’Associazione italiana calciatori

Con la loro presenza al consiglio federale FIgc, termina la protesta dell’Associazione italiana calciatori. Le parole di Grazioli

di Donato Bulfon, @DonatoBulfon

Termina la protesta dell’Associazione italiana calciatori, oggi di nuovo presente in Consiglio federale Figc dopo aver disertato quello del 4 settembre. Il motivo della fine della protesta è stata l’approvazione delle richieste dell’Aic nell’ultimo consiglio federale del 4 settembre, vale a dire: anticipazione del pagamento del quarto bimestre con penalizzazioni da scontare nella stagione in corso, contributo straordinario al Fondo di Solidarietà, anticipazione del pagamento dello stipendio di giugno nel mese di agosto, equiparazione del regime fideiussorio per l’iscrizione ai campionati a quello previsto per il calciomercato. Presenti per il sindacato calciatori il dg Gianni Grazioli, il vicepresidente Umberto Calcagno e il consigliere Simone Perrotta. Assente il presidente Damiano Tommasi per impegni internazionali. “Siamo qui per mettere i puntini sulle ‘i'”, ha precisato Grazioli confermando la volontà dell’Assocalciatori di votare con il Consiglio le modifiche ai principi informatori delle leghe.

Fonte: Ansa.it

 

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Tutti gli affari del Milan in entrata e in uscita

Guarda qui tutti i nostri VIDEO

Tutte le nostre news di calciomercato

SEGUICI SUFacebook///Twitter///Instagram///Google Plus///Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy