Coronavirus – Arnault e LVMH: nel 2020 utile in calo dell’84%

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Anche Arnault e il suo brand di lusso LVMH devono fare i conti con il Covid19. Ecco le perdite nei primi 6 mesi del 2020

di Antonio Tiziano Palmieri
Bernard Arnault AC Milan

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Che il Coronavirus abbia impattato nella vita di tutti è ormai noto, ma che lo abbia fatto in maniera pesante anche in quella di ricchi imprenditori come Bernard Arnault (proprietario del brand di lusso LVMH), un po’ ci sorprende.

Il colosso francese cui fanno capo, tra gli altri, i marchi Luis Vuitton, Bulgari, Christian Dior, Fendi, Moet et Chandon e Dom Perignon, ha chiuso il primo semestre dell’esercizio 2020 con un fatturato in calo del 27% a 18,4 miliardi di euro. Il risultato operativo complessivo delle sue aziende, ha subito un crollo del 68% a 1,67 miliardi, e l’utile netto è sceso addirittura dell’84% fino ad arrivare a 522 milioni di euro. Se i primi 6 mesi sono stati negativi, gli analisti del gruppo LVMH stimano una ripresa nella seconda parte del 2020. Questo soprattutto grazie ai dati registrati in Cina, Giappone e USA. Visti tali andamenti, il mercato si interroga con insistenza se l’operazione annunciata a fine 2019 (cioè quella dell’acquisizione di Tiffany per una cifra di poco superiore ai 13 miliardi di euro), verrà portata a termine o meno.

Ricordiamo inoltre che Arnault, parrebbe aver in progetto anche di comprate il Milan dal fondo Elliott, attuale proprietario del club.

E a proposito di Arnault, ecco cosa dicono le ultime voci su di lui e sul suo futuro in rossonero. Per saperne di più, continua a leggere >>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy