news milan

SAPONARA: “Allegri il migliore nella gestione mentale delle partite. Mi ispiro a Kakà”

Riccardo Saponara, trequartista dell'Empoli (credits: GETTY Images)

Riccardo Saponara, ospite di 'Football Night' su 'Sky Sport', ha parlato di vari argomenti: l'ex milanista è l'uomo simbolo dell'Empoli di Giampaolo

Daniele Triolo

L'Empoli di Marco Giampaolo, dopo la vittoria dello stadio 'Bentegodi' contro il Verona (1-0 firmato dal difensore Andrea Costa), staziona in decima posizione nella classifica di Serie A, con 21 punti conquistati in 15 partite. Il suo uomo simbolo è sicuramente Riccardo Saponara, 24enne trequartista scaricato forse un po' troppo presto dal Milan e che ora, in Toscana, si sta prendendo le sue rivincite.

Ieri sera, Saponara è stato ospite di 'Football Night', trasmissione in onda su 'Sky Sport', ed ha toccato varie tematiche, talune inerenti anche al periodo trascorso in rossonero. “Credo che nella gestione mentale delle partite, Allegri sia il migliore – ha per esempio commentato Saponara -. Quando l'ho avuto al Milan curava molto questo aspetto. Reagisce nella stessa maniera sia che si perda sia che si vinca. Magari una sconfitta può calarti l'autostima, invece lui lavorava tanto proprio su questo punto di vista. Il mio rapporto con lui? Tacitamente ci stimavamo reciprocamente”.

Altro riferimento al Milan, è il modello al quale Saponara si è sempre rifatto: “Il mio idolo? E' Kakà, mi ispiro a lui”, la confessione del trequartista empolese.

tutte le notizie di