Suso, intoccabile anche in Coppa Italia

Suso chiamato a un sacrificio per il bene del Milan, che ora non può prescindere da lui. Sarà titolare anche stasera contro il Torino. Le ha giocate tutte.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Il momento di Suso è praticamente da incorniciare. Lo spagnolo sta trascinando il Milan e qualsiasi cosa faccia la fa bene. Finora le ha giocate tutte, l’unico giocatore di movimento nel Milan con questo onore. Fosse stato per lui avrebbe giocato anche i 70′ di Marassi, quando Vincenzo Montella ha pensato fosse meglio farlo rifiatare. Invece Suso, preso dall’adrenalina del momento, in campo ci voleva andare. Quella è stata l’unica volta in cui non è partito titolare. Il risultato finale, sarà, un caso, è stato di 3-0 per il Genoa.

Di norma giocatori come Suso, che giocano in continuazione, riprendono fiato quando ci sono match come quello di stasera in Coppa Italia, competizione che per quanto cara sia in casa Milan non è certamente importante quanto il campionato. Così, invece, non sarà. Perché anche oggi Suso giocherà titolare, anche perché M’Baye Niang è squalificato e diventa dunque complicato sostituirlo. Inoltre Montella, scrive La Gazzetta dello Sport, non se la sente di rinunciare in blocco a entrambi gli esterni. Quindi per Suso sarà un’altra presenza da titolare, aggiornando il minutaggio che già lo vede come il giocatore di movimento più utilizzato.

I lavori forzati per Suso, comunque, sono cominciati già in estate. Lo spagnolo, infatti, ha preso parte anche a tutte le amichevoli giocate dal Milan. Le uniche che ha saltato sono state quella con il Friburgo e i 45′ del Trofeo TIM contro il Celta Vigo. Due partite, due rarità. In Serie A, però, Suso non è il solo infaticabile. Nella classifica dei giocatori più usati lui in realtà è solo ottavo, anche se ha una partita da recuperare. Suso fa ormai parte della colonna portante del Milan, insieme ad altri tre o quattro giocatori. Keisuke Honda è finito così nel dimenticatoio e se dovesse arrivare Gerard Deulofeu dovrà sperare di far fortuna dalla parte opposta.

In realtà un altro esterno servirebbe, anche perché difficilmente Suso riuscirà a mantenersi su questi ritmi. Arriverà anche per lui un momento della stagione in cui ci sarà un calo e come ampiamente dimostrato Montella non si fida di Honda. Forse, inoltre, con un nuovo esterno, in occasioni come queste il numero 8 potrebbe rifiatare. Per il momento l’Aeroplanino lo valorizza e Suso è diventato la potenziale seconda plusvalenza più grande dopo Gianluigi Donnarumma. Il Milan, però, pensa al rinnovo e Jesus è contento.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Milan, Montella no stop: “Il Milan può crescere ancora”

Tanti auguri Romagnoli: 5 istantanee della colonna della difesa

Ottimismo per Deulofeu, offerte per Ely

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy