Milan, ecco il piano di Gazidis: si guarda al mondo arabo

Il prossimo 1° dicembre Ivan Gazidis assumerà la carica di amministratore delegato: tra stadio, sponsor e nuovo socio, si muoverà così

di Daniele Triolo, @danieletriolo

L’edizione odierna del quotidiano ‘Tuttosport’ ha ricordato come, dal prossimo 1° dicembre,  il manager sudafricano Ivan Gazidis, ex CEO dell’Arsenal, assumerà ufficialmente la carica di amministratore delegato del Milan. Ed un bel compito attende Gazidis, scelto dalla famiglia Singer, proprietaria del fondo Elliott Management Corporation, nella sua nuova esperienza italiana.

Già, perché i ricavi del Milan, ha rivelato il quotidiano torinese, sono fermi, praticamente, a quelli della stagione 2003-2004 mentre, nel frattempo, le altre big italiane ed europee hanno aumentato di molto il proprio fatturato. Si potrebbe dare una sterzata alla situazione con l’ingresso di un nuovo socio nell’A.C. Milan: non è semplice trovarlo (ecco perché Elliott avrebbe dato mandato ad UniCredit e Rotschild di trovare soggetti disposti ad entrare in società con il fondo, che detiene il 99,7% del club), ma, a quanto pare, due soggetti arabi avrebbero già manifestato interesse.

Meno calda, invece, la pista russa. Elliott, comunque, intenderebbe, al massimo, cedere una quota societaria del 25-30%: mossa, questa, che servirebbe a dare un valore di mercato all’intero pacchetto azionario del club meneghino. In questa situazione, come si muoverebbe Gazidis? È presto detto: sfruttando i propri buoni uffici con ‘Emirates’, sponsor ufficiale del Milan, vorrebbe puntare a raddoppiare gli introiti (attualmente sui 20 milioni di euro annui) dell’accordo sottoscritto nel 2014 con l’allora A.D., Barbara Berlusconi, per presentarsi alla UEFA con un bilancio anche più solido.

In più, qualora questa trattativa dovesse decollare entro la metà di gennaio, ciò rappresenterebbe un bel volano per il Milan, che, il 16 gennaio 2019, sarà impegnato a Gedda (Arabia Saudita), per la finale di Supercoppa Italiana contro la Juventus: setacciare e conquistare i mercati del Medio Oriente, ha sottolineato ‘Tuttosport’, potrebbe portare al Milan cospicui vantaggi economici ed una rinsaldata partner con ‘Emirates’, in tal senso, costituirebbe di certo un bel biglietto da visita. Attenzione, poi, ai buoni rapporti che legano Gazidis a Björn Gulden, CEO di ‘PUMA’, con il quale potrebbe rivedere al rialzo le cifre del contratto già siglato tra l’azienda tedesca ed il Milan.

INFINE, SPAZIO ALLA QUESTIONE STADIO. CON ‘SAN SIRO’ CHE POTREBBE ADDIRITTURA CAMBIARE NOME. PERCHÉ? CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy