Gattuso e campioni, il Diavolo sta tornando

Il mercato di gennaio ha pagato, Gattuso ha trovato la formula vincente, trasmettendo convinzione e maturità. La Champions è più vicina.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Ci vorrà ancora diverso tempo, ma il Milan si sta ricostruendo, questa volta sembra per davvero. I rossoneri si trovano al quarto posto e hanno iniziato il nuovo anno nel migliore dei modi. Il Milan adesso è davvero una squadra: compatta, pronta a sacrificarsi e a soffrire. Inoltre, il mercato di gennaio ha alzato notevolmente la qualità tecnica. Tutti elementi perfetti per riportare il Milan al top. Dopo diverse stagioni altalenanti, ora sembra che finalmente abbia imparato a ragionare da grande squadra e vincere quando è necessario farlo. Merito di Gennaro Gattuso, capace di gestire una situazione che definire complicata sarebbe un eufemismo.

L’ultima volta in cui il Milan alla 23esima giornata si trovava al quarto posto, scrive il Corriere dello Sport, è stato nella stagione 2012/13, ovvero l’ultima volta che poi è arrivata la qualificazione alla Champions League. Era probabilmente da quella stagione, quindi da sette anni, che il Milan a questo punto della stagione non era davvero in corsa per un posto nell’Europa che conta. Certo, c’è da dire che le difficoltà di Roma e Lazio stanno aiutando, ma è in generale il campionato che è molto più equilibrato. Negli anni scorsi, alla 23esima, il Milan non è mai stato più alto del sesto posto. Nel 2013/14 era addirittura undicesimo, con 29 punti. Nel girone di ritorno di quest’anno, il Diavolo ha ottenuto 8 punti in quattro partite, con Napoli e Roma di mezzo superate con due pareggi. Passo avanti anche negli scontri diretti.

Qualche difetto è ancora da limare, come la prolificità in zona gol: il Milan è la squadra che ha segnato meno tra le big italiane. Tuttavia, da quando è arrivato Krzysztof Piatek le cose stanno andando molto meglio. Quattro partite, quattro gol del Pistolero. In campionato è a quota 15 gol, in corsa per il titolo di capocannoniere. In totale, 23 gol in 24 presenze stagionali. Numeri da capogiro.

Proprio il mercato è stato un elemento fondamentale nella crescita del Milan. Oltre a Piatel, infatti, anche Lucas Paquetà ha avuto un impatto davvero eccezionale. Contro il Cagliari è arrivato anche il primo gol, dopo sette presenze, tutte da titolare. Gol arrivato proprio nella settimana dell’incendio che ha devastato il centro sportivo del Flamengo, dove lui è cresciuto. Un premio per il grande impegno che ci sta mettendo ormai da più di un mese e mezzo.

Occhio però, in tutto questo, ad abbassare la concentrazione. I rossoneri sono da soli al quarto posto, è vero, ma dietro le avversarie spingono e sabato sera ci sarà la sfida all’Atalanta, campo storicamente ostico quello di Bergamo. Sarà una sfida tra due delle squadre più in forma e organizzate.

ECCO COSA DICE IL FRATELLO DI PAQUETA’ SU LUCAS… CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy