Galliani: “Milan e Inter, nuovo stadio per tornare ai fasti di un tempo”

Galliani: “Milan e Inter, nuovo stadio per tornare ai fasti di un tempo”

Adriano Galliani, ex amministratore delegato del club rossonero, ha sottolineato: “La mente deve prevalere sul cuore: non c’è un’altra strada”

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Adriano Galliani, oggi dirigente del Monza ma per ben 31 anni amministratore delegato del Milan, ha parlato, ai microfoni dell’edizione milanese del ‘Corriere della Sera‘ oggi in edicola, della questione stadio. Queste le dichiarazioni di Galliani:

“Non posso negare che a livello romantico per chi come me andava allo stadio da ragazzo, l’ipotesi della demolizione o semplicemente dell’abbandono di ‘San Siro‘ sia un grande dolore. Ma, essendo lo stadio una componente essenziale per consentire ai due club milanesi di tornare ai fasti di un tempo non posso non condividere la linea che Milan e Inter si debbano dotare di un nuovo impianto”.

“L’ammodernamento di ‘San Siro‘ costringerebbe i club a emigrare in un’altra città per disputare le partite – ha spiegato Galliani -. Si parla tanto dello ‘Juventus Stadium‘ ma i bianconeri poterono beneficiare, nell’attesa della sua costruzione, di un impianto già ristrutturato grazie all’Olimpiade invernale. La soluzione non è ripetibile a Milano. Perciò la decisione più logica è progettare uno stadio nuovo nell’area adiacente a ‘San Siro‘, perfettamente servita dalla metropolitana e da un sistema viario funzionale”.

Sulla possibile demolizione del ‘Giuseppe Meazza‘, Galliani ha poi proseguito: “La demolizione è materia su cui si dovrà esprimere l’Amministrazione comunale. Potrà abbatterlo, modificarlo, utilizzarlo per eventi non calcistici. Dico questo da tifoso del Milan, da cittadino milanese e da grande appassionato di calcio senza voler influenzare decisioni che competono al Comune e alle due società. Considerando che fu costruito nel 1926, i lavori per abbellirlo sarebbero enormiE continuare a organizzare partite in un cantiere a cielo aperto comporterebbe pesanti problemi di sicurezza”.

Galliani ha concluso la sua intervista parlando dei sui primi ‘passi’ nello stadio di ‘San Siro‘: Erano gli anni Sessanta e non mi perdevo una gara di campionato e di Coppa dei Campioni. Ma se devo scegliere la mia partita del cuore penso a Milan-Real Madrid 5-0, aprile del 1989“. Infine, una considerazione: “Penso che per due milanesi come Silvio Berlusconi e Massimo Moratti, abituati a frequentare ‘San Siro‘ fin da ragazzi, sarebbe stata più sofferta una decisione del genere. Ma la mente deve prevalere sul cuore e credo che personalmente non ci sia altra strada”. Di parere contrario, invece, il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala: per le sue dichiarazioni odierne, continua a leggere >>>

SAMPDORIA-MILAN IN ESCLUSIVA SU DAZN. PER VEDERLA GRATIS, CLICCA QUI!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy