Verso Bologna-Milan: Rafael Leao deve fare di più per convincere Pioli

Verso Bologna-Milan: Rafael Leao deve fare di più per convincere Pioli

Rafael Leao, classe 1999, non riesce a trovare spazio da titolare. Partirà dalla panchina anche in Bologna-Milan: l’avvertenza del tecnico Stefano Pioli

di Daniele Triolo, @danieletriolo

NEWS MILAN – Come evidenziato da ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola, questa sera, alle ore 20:45, allo stadio ‘Dall’Ara‘, sarà ancora una volta Krzysztof Piatek, attaccante polacco classe 1995, a guidare l’attacco rossonero in occasione di Bologna-Milan.

Partirà, invece, nuovamente dalla panchina Rafael Leao, attaccante portoghese classe 1999: come confessato ieri in conferenza stampa al ‘Milanello Sports Center‘ di Carnago (VA) dal tecnico rossonero Stefano Pioli, si tratta di una scelta dovuta al fatto che Piatek riempie l’area di rigore avversaria.

“Rafael Leao non è un centravanti, ma una punta di movimento”, ha ribadito Pioli. Quindi, l’ex Lille, un gol finora in rossonero, avrà presumibilmente spazio ancora una volta a gara in corso. L’allenatore emiliano, però, ha avvertito: “Pretendo energia e concentrazione da tutti, anche da quelli che, magari, giocheranno pochi minuti”.

Un messaggio diretto anche e soprattutto a Rafael Leao, poiché il giovane lusitano, nelle ultime gare, è rimasto tre volte a guardare e quando è stato chiamato in causa non ha fatto granché. A Parma è andato bene, ma non è bastato per convincere Pioli a dargli nuovamente fiducia dall’inizio. Di sicuro, però, a gennaio non se andrà. Discorso diverso può essere fatto per Piatek: continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy