Milano Finanza – La sentenza UEFA può stoppare la cessione del Milan

L’esclusione del Milan dall’Europa League, oltre a creare un danno economico al club, può far tramontare le trattative. Il fondo Elliott aspetta interessato

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Il popolare quotidiano economico ‘Milano Finanza’ ha parlato dei danni economici, e sul mercato, che l’esclusione dall’Europa League avrà, giocoforza, sul Milan di Gennaro Gattuso. Sull’intera questione, ovviamente, ‘pende’ il ricorso al TAS di Losanna, che il club di Via Aldo Rossi ha già annunciato di voler fare con urgenza.

Il Milan, senza Europa League, incasserà 20 milioni di euro in meno e, di conseguenza, il budget da investire sul mercato, per il direttore sportivo Massimiliano Mirabelli, sarà più basso. Bisognerà, però, prestare attenzione, secondo ‘MF’, ad un altro importante aspetto della vicenda: la sentenza UEFA, fin qui negativa per i colori rossoneri, potrà stoppare ogni trattativa per la cessione della società da parte dell’attuale azionista di maggioranza, l’imprenditore cinese Yonghong Li.

Se quest’ultimo, infatti, non dovesse riuscire a chiudere né con Rocco Commisso, né con la famiglia Ricketts, venerdì 6 luglio il fondo statunitense Elliott Management Corporation, che nell’aprile 2017 ha prestato 303 milioni di euro per il closing e pochi giorni fa ha versato gli ultimi 32 milioni dell’ultimo aumento di capitale al posto di Yonghong Li, può escutere il pegno e prendersi il controllo del Milan.

Ovviamente, ha concluso il quotidiano economico, il fondo americano non avrebbe poi interesse a tenere il Milan che verrebbe messo subito in vendita agli stessi soggetti americani o ad altri profili interessati ad acquistare la società rossonera. Segui con noi di ‘PianetaMilan.it’ tutte le possibili evoluzioni delle trattative nel nostro live minuto per minuto!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy