Milan, Stephen Ross torna alla carica per acquistare il club

Milan, Stephen Ross torna alla carica per acquistare il club

Il proprietario dei Miami Dolphins, l’americano Stephen Ross, pronto a rilevare il club meneghino. In corsa, però, anche il russo Alisher Usmanov

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Il Milan, come noto, si è visto respingere dalla UEFA la richiesta di accesso al settlement agreement e, verso la metà del prossimo mese di giugno, sarà oggetto di una decisione definitiva da parte della Camera giudicante dell’Organo di Controllo Finanziario dei Club di calcio UEFA (CFCB). Soltanto in quel momento si saprà quali sanzioni graveranno sulla società di Via Aldo Rossi e se la squadra di Gennaro Gattuso potrà partecipare alla prossima edizione dell’Europa League.

In questo lasso di tempo che manca, però, al verdetto UEFA, il Milan potrebbe rifinanziare finalmente il debito di 303 milioni di euro più interessi nei confronti del fondo di investimenti statunitense Elliott Management Corporation, garantendo, così, quella continuità aziendale che la UEFA ha posto come paletto, nonostante l’organo internazionale nutra grandi sospetti sulla credibilità e la solidità economica di Yonghong Li, attuale proprietario e Presidente del Milan.

L’altra chance è che Yonghong Li ceda il passo ad Elliott: eventualità possibile, perché l’imprenditore cinese dovrà onorare a breve delle scadenze economiche e, qualora ciò non succedesse, la realtà di Paul Singer escuterebbe il suo pegno, ovvero la proprietà del Milan, ben prima della data prevista, ottobre di quest’anno. In tal caso, però, verrebbe meno la continuità aziendale e, tra l’altro, la UEFA non vedrebbe di buon occhio Elliott come nuovo proprietario della società rossonera poiché, come noto, il fondo lo rimetterebbe subito in vendita al miglior acquirente e non farebbe l’impossibile per tenerlo.

Per altro, che il Milan possa passare da Yonghong Li ad Elliott e poi subito ad un altro proprietario è uno scenario difficile da immaginare. In tempi più lunghi, però, qualcosa dovrebbe muoversi. Ne è convinto il ‘Corriere dello Sport – Stadio’ oggi in edicola, che spiega come il potenziale acquirente, che, più di tutti, avrebbe rinnovato il proprio interesse a rilevare la maggioranza del Milan è il miliardario americano Stephen Ross, proprietario dei Miami Dolphins, squadra della National Football League statunitense, nonché ideatore dell’International Champions Cup, competizione amichevole di prestigio a cui il Milan prenderà parte tra fine luglio ed inizio agosto prossimo.

Stephen Ross appare molto interessato al Milan, così come a costruirgli il nuovo stadio: d’altronde, a Miami, possiede già l’Hard Rock Stadium, casa dei suoi ‘Delfini’. Nelle ultime settimane, Charlie Stillitano, numero uno di Relevent Sports, la società che organizza l’International Champions Cup, ha portato avanti il progetto Milan per conto di Ross, di cui è notoriamente il braccio destro. Ora, a Ross, si sarebbe affiancata anche la popolare banca U.S.A., Goldman Sachs, per un asse di ferro che trasformerebbe il Milan da cinese in americano. Sullo sfondo, però, ha concluso il quotidiano romano, resta il magnate russo Alisher Usmanov, secondo azionista dell’Arsenal, nonché alcuni fondi con sede negli Emirati Arabi Uniti.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Festa: “Milan, la stangata UEFA potrebbe accelerare l’ingresso di Elliott”

Il Milan e le restrizioni sul mercato: unica certezza, i parametri zero

Milan, task force per la UEFA: forse al TAS l’ultima parola

CorSera – Milan paralizzato dalla UEFA: rifinanziamento, Yonghong Li acceleri

ESCLUSIVA PM – Bellinazzo: “Difficilmente il Milan verrà escluso dalle coppe”

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy