Milan, questo Pioli è quasi come l’Ancelotti campione: i dati

MILAN NEWS – 40 punti dopo 17 partite e +3 sulla seconda. Il Milan di Pioli ricorda i rossoneri dello Scudetto 2003/04: solo 2 punti in meno.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi
Stefano Pioli AC Milan Milan-Torino

Ultime Notizie Milan: Pioli meglio di Allegri e quasi come Ancelotti

MILAN NEWS – Raggiunta quota 40. Il Milan allunga sull’Inter seconda in classifica e conferma il primato. Ora sono 3 i punti di distanza dai nerazzurri. Il Diavolo vola e ormai da un anno viaggia a ritmi davvero elevatissimi, tanto che i punti rispetto a un anno fa sono praticamente raddoppiati. Il pareggio tra Roma e Inter è il risultato migliore possibile per il Milan, che così allunga su entrambe e si gode un’altra settimana in vetta. Perché i rossoneri hanno fatto il loro dovere vincendo, nonostante la grande emergenza. Una risposta importante, l’ennesima, arrivata dopo la prima sconfitta stagionale. Stefano Pioli voleva una risposta forte, l’ha avuta. Fondamentale.

E quindi il Milan è a 40 punti, che se non è un record poco ci manca. Solo una volta, infatti, i rossoneri hanno fatto meglio nell’era dei 3 punti. Era la stagione 2003/04, quando in panchina c’era Carlo Ancelotti, oggi allenatore dell’Everton, e il Milan di Pioli ha totalizzato 42 punti, ricorda il CorSport. Solo due di differenza. In quella circostanza, il Milan a fine stagione vinse lo Scudetto, il diciassettesimo. Quel Milan era composto da grandissimi campioni, mentre questa squadra è giovane e con grande entusiasmo. Tutti si sentono importanti, tanto che ultimamente stanno mancando molti dei titolari e chi gioca al loro posto non li fa rimpiangere.

L’età media dell’attacco del Milan contro il Torino era di 22 anni e 7 mesi. Eppure sono 16 le partite in cui il Milan ha segnato almeno 2 gol in stagione. Mai nessuno lo ha fatto di più in un girone d’andata (e mancano due partite).

Il Milan è in emergenza, ma non si vede. I giocatori continuano ad assentarsi e gli ultimi a farne le spese sono stati Sandro Tonali, centrocampista classe 2000, e Brahim, fantasista spagnolo del 1999. Due che non sono dei titolari, ma che stanno brillando nelle prestazioni. In particolare il numero 21 ha fatto la differenza nell’ultima sfida. E quando gli è stato chiesto dello Scudetto non si è nascosto: il Milan vuole vincere, ma non è obbligato a farlo. Se succederà, sarà grande festa. Il sogno però c’è. E l’ultima volta che i rossoneri vinsero il tricolore, nel 2010/11 con Massimiliano Allegri in panchina, 40 punti erano stati totalizzati in tutto il girone d’andata. A questo Milan mancano ancora due partite.

BRAHIM IS ON FIRE, RESTA O VA A FINE ANNO? >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy