Milan, la maturità di Suso: “Fischi meritati e critiche giuste”

Milan, la maturità di Suso: “Fischi meritati e critiche giuste”

Come viene riportato dalla “Gazzetta dello Sport”, Jesus Suso ha dimostrato molta maturità nel suo post pubblicato su Instagram nella giornata di ieri

di Salvatore Cantone, @sa_cantone

ULTIME NEWS MILAN – Come viene riportato dalla Gazzetta dello SportJesus Suso ha dimostrato grande maturità nel post Instagram pubblicato nella giornata di ieri. Dopo aver visto Piatek portare il dito indice alla bocca per zittire quelle che per lui erano evidentemente critiche ingiuste; dopo aver sentito Leao constatare con un certo fastidio il fatto che ci sia chi continua a criticarlo, e vedere Paqueta criticare Giampaolo, le parole di autocritica dello spagnolo rappresentano una novità assoluta: “Un gol non cambia la storia – ha scritto su Instagram –. Non cancella un momento negativo. Nè i fischi, meritati. O le critiche, giuste. Un gol ci fa respirare, e ci fa capire che la strada è quella giusta, ma è lunga”.

Le dichiarazioni sono pesanti e importanti. Un calciatore  che ridimensiona un proprio gol e giudica meritati i fischi e giuste le critiche, non è cosa che si vede tutti i giorni. Al di là comunque delle parole, la risposta di Suso è arrivata sul campo, con il gol su punizione che ha regalato al Milan tre punti importanti. E pensare che proprio in quest’occasione l’ex Liverpool era partito dalla panchina, dopo un filotto di diciotto partite da titolare. Suso, che partirà nuovamente dal primo minuto contro la Lazio, è un ragazzo perennemente in discussione fra scelte tattiche e la disponibilità del club a lasciarlo partire.

A proposito di futuro, il numero 8 rossonero nei mesi scorsi ha chiesto alla società un rinnovo di contratto piuttosto dispendioso, e dunque al momento la situazione è in stand by. Vedremo cosa succederà, ma ora si pensa esclusivamente al presente e a risalire la classifica, con il Milan ha bisogno degli uomini di maggior qualità e di esperienza. Suso è uno di questi. “Gioco nel Milan e tifo Milan – ha anche scritto –. Non importa chi gioca o chi fa gol. Conta tornare in alto. Provarci. Tocca a noi, tutti, adesso decidere il nostro futuro. Crediamoci. Perché tutto ancora è possibile. Sempre, sempre, forza Milan”. Intanto Elliott ha quattro obiettivi da raggiungere per riportare il club in alto, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy