Milan, gli straordinari numeri di un super Ibrahimovic | Serie A News

Zlatan Ibrahimovic è leader tecnico e carismatico del Milan. Lo svedese, nella sua lunga carriera, ha totalizzato numeri incredibili. Vediamoli tutti qui

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Zlatan Ibrahimovic AC Milan

Il Milan si gode Ibrahimovic: dati e statistiche in carriera

 

La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola, parlando di Milan, ha incentrato la sua attenzione su Zlatan Ibrahimovic. Il bomber svedese, classe 1981, infatti, vanta numeri, dati e statistiche da capogiro: siamo in presenza di un fuoriclasse assoluto che i tifosi rossoneri e l’ambiente milanista si godono giorno dopo giorno. Vediamo tutti i numeri di uno straordinario Ibrahimovic raccolti dalla ‘rosea‘.

Ibrahimovic ha segnato, finora, 501 gol con squadre di club, così suddivisi: Malmö (18), Ajax (48), Juventus (26), Inter (66), Barcellona (22), PSG (156), Manchester United (29), Los Angeles Galaxy (53). Poi c’è il Milan, club con cui Ibrahimovic ha giocato prima nel biennio 2010-2012 e nel quale poi ha fatto ritorno nel gennaio 2020 fino ad ora. Con il Diavolo, 83 reti in 122 partite totali: 56 nei primi due anni, 27 dal suo ritorno. Logicamente tra Serie A e coppe, nazionali ed europee.

Ibrahimovic, che dunque ha vestito le maglie di 9 club professionistici, e che percepisce 7 milioni di euro netti dal Milan per questa stagione (in caso di probabile rinnovo del contratto, secondo la ‘rosea’, è possibile che vengano visti al ribasso), ha anche, logicamente, indossato la maglia della Svezia, la sua Nazionale. Con la selezione gialloblu, ha anche aggiunto 62 reti in 116 partite, miglior marcatore di sempre della Nazionale scandinava, dal 2001 al 2016.

Non si esclude che Ibrahimovic, al termine di questa stagione con il Milan, possa essere convocato per i prossimi Campionati Europei dal Commissario Tecnico della Svezia, Janne AnderssonCalciomercato Milan: riscatto Brahim Díaz, ecco la svolta. Vai alla news >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy