Milan, Gattuso guarda al futuro: da essere in debito ora è creditore

Attraverso le pagine della Gazzetta dello Sport si analizza il momento del Milan, in particolare di Rino Gattuso: da debitore a creditore in pochi mesi

di Alessio Roccio, @Roccio92

Passare da debitore verso i colori rossoneri a creditore del Milan in pochissimi mesi. E’ questa la missione che fino ad ora si può dire completata con successo da parte di Rino Gattuso. A fine dicembre con l’eliminazione dall’Europa League e i risultati poco felici in campionato sembrava sull’orlo del baratro. Un uomo solo al comando, abbandonato da Leonardo e Maldini che ai tempi non andavano nemmeno più a Milanello a sostenere la squadra.

Eppure Rino è uscito alla grande da quel momento, col sostegno del presidente Paolo Scaroni. Lui, al contrario, si è sempre schierato a favore di Gattuso, esattamente come pochi giorni fa quando all’evento ‘United for Genova’ ha dichiarato: “Ora siamo diventati una squadra, ed è grazie a Rino”. Parole importanti e forti, soprattutto se dette da una persona che a fine anno avrà una posizione di rilievo nella scelta del futuro dell’allenatore.

Chi avrà un peso specifico importante sarà anche Ivan Gazidis, ad rossonero e uomo diretto scelto dalla famiglia Singer. Magari non sarà in contraddizione col parere di Scaroni – come scrive la Gazzetta questa mattina – ma potrebbe proporre opzioni dal fascino più internazionale.

La crescita della squadra è sotto gli occhi di tutti. Dai numeri della difesa, a un centrocampo ritrovato che ora col rientro di Biglia rischia di essere anche troppo affollato. L’attacco fa fatica, ma con Piatek tutto può essere sistemato (già 3 reti in 3 presenze). Se poi Gattuso e i suoi ragazzi hanno imparato dagli errori fatti in passato, allora saranno pronti per un lungo viaggio.

INDISCREZIONE IMPORTANTE DI MERCATO SU DENIS SUAREZ: CONTINUA A LEGGERE>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy