Milan e Inter, visione opposta di gioco: ecco il calcio ‘alla milanese’ / News

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Milan e Inter viaggiano a ritmi altissimi in Serie A. Le prime due della classe hanno visioni totalmente diverse: i dettagli

di Renato Panno, @PannoRenato
Pioli Conte Milan Inter

Milan e Inter, due visioni opposte

 

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – L’edizione odierna de ‘Il Corriere della Sera’ pone l’attenzione sulle prime due della casse in Serie A: Milan e Inter. Una visione di gioco totalmente opposta data anche dai diversi valori presenti nelle diverse rose a disposizione dei due allenatori. Da una parte c’è un Milan troppo spesso etichettato come ‘Ibrahimovic dipendente’. Ed era vero guardando i numeri delle prime partite della stagione, con lo svedese che ha segnato ben 10 gol in sole 6 presenze. Ma poi Ibra è stato costretto ad uno doppio stop per problemi muscolari e i rossoneri non ne hanno risentito più di tanto. C’è un motivo particolare?

Secondo il quotidiano il tutto è stato possibile per la facilità che mostra di saper giocare a calcio pur non avendo particolari leader. Tutti sono indispensabili e nessuno si eleva a migliore dell’altro. E’ una sorta di ‘contropiede di massa’ che parte da Ismael Bennacer, passa da Alexis Saelemaekers, prende metri e geometrie da Hakan Calhanoglu, affonda con Theo Hernandez e finisce sempre con il tiro in porta di qualcuno. Il Milan è una macchina elegante e gioca a calcio calmo a affascinante grazie all’ispiratore Stefano Pioli. Un allenatore mai stato longevo nei club che ha avuto la fortuna di guidare, che però sta dimostrando di essere più he capace. Anche l’addio di Zvonimir Boban viene letto come positivo per un semplice motivo: Paolo Maldini, che incarna i colori rossoneri come nessun altro, è diventato il Milan in persona.

Dall’altra parte ecco l’Inter di Antonio Conte, l’esatto opposto a livello di gioco. Una squadra con tanti giocatori decisivi veri e propri fedelissimi dell’allenatore. I nerazzurri non hanno la stessa leggerezza del Milan, ma sono una armata autentica autentica, che mette sempre in campo la propria potenza. Una squadra che non ha raggiunto di certo la perfezione, ma anche questo livello potrebbe bastare per arrivare al bersaglio grosso. Un giocatore come Lautaro Martinez, pur devastante, è soltanto una seconda punta a disposizione di Romelu Lukaku. Il tutto per far capire l’abbondanza a disposizione dell’ex tecnico del Chelsea. Due visioni opposte e differenti: chi avrà la meglio? Calciomercato Milan: gol al Diavolo come Hauge, interessa per l’attacco >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy