Milan, è il momento di Conti: servono i cross per Piatek

Milan, è il momento di Conti: servono i cross per Piatek

Ha aspettato tanto, forse più di quello che si aspettava, ma come scrive ‘Tuttosport’ potrebbe essere giunto il momento di Andrea Conti

di Alessio Roccio, @Roccio92

Andrea Conti è arrivato in rossonero nell’estate del 2017, rappresentando uno degli acquisti di punta della dispendiosa campagna estiva della coppia Mirabelli-Fassone. Eppure l’ex terzino dell’Atalanta non ha mai potuto dire la sua in questi mesi, complici i troppi infortuni. Il club rossonero ha investito 24 milioni più il cartellino del giovane centrocampista Pessina, ma ancora non ha ricevuto in cambio sul campo il grande sforzo fatto.

Conti esordisce in rossonero con 5 presenze consecutive all’inizio della passata stagione. Quattro da titolare e una dalla panchina, tra preliminari di Europa League e campionato. Tutte vittorie. Il passaggio da Bergamo a Milano non sembra così pesare. Eppure, il destino si abbatte su di lui in maniera impietosa. Prima un infortunio alla caviglia e poi la rottura del legamento crociato. Finito? Macché. Quello stesso ginocchio viene rioperato in aprile (un anno fa) e Conti rivede il campo a novembre.

L’esterno, tuttavia, anche se ora sta bene non viene ritenuto da Gattuso un titolare. Calabria per il tecnico è una certezza e non viene messo in discussione. Per il terzino nato a Lecco sono, quindi, 9 le presenze totalizzate fino ad ora di cui solo 3 dal primo minuto. La gara contro l’Inter, tuttavia, ha messo in luce come Piatek sia poco incisivo nel momento in cui non viene servito a dovere.

A questo proposito si inserisce l’opinione proposta questa mattina dalle pagine di ‘Tuttosport’, con Rino Gattuso che potrebbe lanciare finalmente Conti dal primo minuto per cercare di sfruttare al meglio i suoi cross dalla fascia destra. Non dimentichiamo che proprio da quella corsia Andrea ha realizzato il suo primo assist stagionale: era Genoa-Milan e Borini sfruttò al meglio la palla messa in mezzo da Conti.  L’ex dirigente del Milan Umberto Gandini ha detto la sua sulla lite tra Kessié e Biglia: continua a leggere>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy