Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

FIORENTINA-MILAN

Milan, cresce la fiducia in Tatarusanu: contro la Fiorentina per il balzo

Ciprian Tatarusanu (portiere AC Milan) sarà titolare anche contro la sua ex squadra, la Fiorentina | Milan News (Getty Images)

Ciprian Tatarusanu, secondo portiere del Milan, sta sostituendo benissimo l'infortunato Mike Maignan tra i pali della porta rossonera

Daniele Triolo

Il 'Corriere dello Sport' oggi in edicola ha parlato di Ciprian Tatarusanu, secondo portiere del Milan, che dopo la parata decisiva nel derby sul calcio di rigore di Lautaro Martínez è entrato di diritto nella storia del club rossonero. L'estremo difensore rumeno, infatti, è il primo a parare un penalty nel derby della Madonnina dopo 40 anni. L'ultimo a riuscirci fu Ottorino Piotti nella stagione 1981-1982.

Tatarusanu, prima di essere esaltato dal pubblico del Milan, ha dovuto prima 'parare' lo scetticismo nei suoi confronti. Creatosi per due motivi. Il primo, quella papera in Milan-Roma 3-3 della passata stagione a 'San Siro', costata un gol in favore dei giallorossi. Il secondo era legato alla difficile sostituzione, tra i pali della porta rossonera, di Mike Maignan, diventato in pochi mesi un leader indiscusso del Diavolo di mister Stefano Pioli.

Eppure, con lavoro e dedizione, Tatarusanu si è preso la sua rivincita. Si è allenato in silenzio, senza mai creare problemi a squadra ed allenatore. Con il tempo ha riacquisito sicurezza tra i pali, dopo qualche partita di rodaggio. I progressi fatti si erano già visti allo stadio 'Olimpico' contro la Roma, con un paio di interventi decisivi nel finale. Poi, nel derby, ha salvato la patria, parando il rigore di Lautaro. Ora anche i tifosi gli vogliono bene e lo incitano a fare sempre meglio.

Dopo la sosta, un intrigante Fiorentina-Milan attenderà Tatarusanu, che, dunque, tornerà a giocare titolare a Firenze, contro la squadra in cui ha militato per tre stagioni, dal 2014 al 2017. Con i toscani assaporò a lungo la vetta della classifica di Serie A nell'autunno 2015: ora, per proseguire la sua corsa ai vertici, il Milan dovrà affidarsi anche e soprattutto a lui. Ma il ragazzo è in fiducia e sta ripagando quanto speso (un milione di euro) da Paolo Maldini e Frederic Massara per prelevarlo dall'Olympique Lione nel 2020.

In sette partite da titolare, finora, Tatarusanu ha chiuso soltanto una volta senza prendere gol. Ma il suo contributo è sempre stato all'altezza della situazione. La concorrenza di Antonio Mirante che, alle sue spalle, spinge per giocare, potrebbe stimolarlo a fare ancora meglio. Per il bene suo e di quello del Milan. Le top news di oggi sul Milan: nuovo baby talento nel mirino, Leao rinnova?

tutte le notizie di