Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

MILAN NEWS

Milan, bisogna ritrovare le certezze: Bennacer, Theo e Brahim su tutti

Milan, bisogna ritrovare le certezze: Bennacer, Theo e Brahim su tutti

L'analisi di Tuttosport riguardo al calo di rendimento del Milan: Stefano Pioli dovrà ritrovare al top della condizione alcuni calciatori

Enrico Ianuario

L'edizione odierna di Tuttosport, analizza il calo di rendimento del Milan. Sono solamente otto i punti conquistati dai rossoneri nelle ultime sei partite a fronte dei sedici ottenuti dall'Inter attualmente capolista. Un calo preoccupante, ma che passa senza alcun dubbio anche dai singoli. Stefano Pioli, infatti, dovrà fare in modo di recuperare al 100% Ismael Bennacer, Theo Hernandez e Brahim Diaz.

Il centrocampista algerino non ha avuto un 2021 semplice. L'ex Empoli più volte è stato costretto a fermarsi ai box soprattutto durante il primo trimestre dell'anno solare in corso. In questo modo Bennacer non ha potuto giocare con continuità, tanto che adesso lo stesso Pioli non lo ritiene più un titolare inamovibile come lo era, ad esempio, durante il 2020. Questa sua posizione da 'seconda linea' ha sicuramente fatto il bene di Sandro Tonali, il quale adesso sta crescendo in maniera sempre più evidente.

Giunto alla sua terza stagione con il Milan, questa è senza dubbio la meno positiva disputata sin qui da Theo Hernandez. Il terzino francese ha abituato i tifosi rossoneri con le sue progressioni palla al piede sulla fascia sinistra, invadendo e devastando le difese avversarie. Di quel giocatore, quest'anno, si è visto ben poco. Un solo gol segnato dall'ex Real Madrid fino ad ora, troppo poco per un calciatore dalle spiccate doti offensive. A ciò si aggiunge qualche errore di troppo in fase difensiva. Basti pensare all'errore del gol del 4-2 di Vlahovic nel match del Franchi contro la Fiorentina. Pioli per risollevare le sorti del Diavolo avrà bisogno anche della migliore versione di Hernandez.

Infine, capitolo Brahim Diaz. La società ha dato piena fiducia al talento spagnolo, il quale con personalità ha preso la maglia numero 10 rimasta orfana di Calhanoglu. E proprio Calhanoglu, all'inizio della stagione, era stato completamente dimenticato dal popolo rossonero grazie alle giocate, alle perle e ai gol del 'folletto andaluso'. Purtroppo la sua positività al Covid - così come per Theo Hernandez - ha bloccato la continuità di gioco e di crescita dell'ex Real. Pioli sa quanto può essere fondamentale Brahim Diaz e continua a dargli fiducia nonostante non sia al top della condizione. Adesso bisogna svoltare, magari a partire da domani. I rossoneri hanno perso un vantaggio di sette punti sui nerazzurri e rischiano un potenziale -4 in classifica. Lo scudetto, quest'anno, dovrà essere un obiettivo da raggiungere.

tutte le notizie di