Milan, acquisti duttili: Montella ora può sperimentare

Milan, acquisti duttili: Montella ora può sperimentare

I nuovi arrivi e i giocatori che sono vicini al rossonero hanno caratteristiche che permetteranno a Montella di cambiare modulo: sia 4-3-3 che difesa a tre.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Oggi dovrebbe arrivare la seconda ufficialità del mercato milanista: Franck Kessiè dall’Atalanta. Acquisto mirato, fortemente voluto, anche perché di centrocampisti capaci di ricoprire più ruoli e adattarsi a ogni sistema di gioco come lui ce ne sono pochi. Vincenzo Montella si prepara a un’annata in cui probabilmente cambierà molto a livello tattico, variando nel corso della stagione. Il modulo di base resta il 4-3-3, ma potrà diventare anche 3-4-3 o 3-5-2.

Quest’anno il Milan è stata una delle poche squadre a iniziare tutte le partite, per moltissimo tempo, con lo stesso schema: 4-3-3. Il terzino destro era però più avanzato del sinistro. Gli esterni, poi, avevano nell’uno contro uno la loro qualità migliore. Poi, nel finale di stagione, per due settimane si è vista la difesa a tre pura. Gli allenatori dicono che sono solo numeri. Hanno ragione. Il Milan ha praticamente giocato tutto l’anno con la difesa a tre. Un cambiamento, però, c’è: nell’estate 2016 Montella ha lavorato e consolidato il 4-3-3, quest’anno andrà diversamente…

A dimostrarlo, scrive La Gazzetta dello Sport, è il mercato intrapreso fino a questo momento dal Milan. Tutti giocatori che sanno adattarsi a diversi ruoli. Forse sono stati scelti anche per questo. Kessiè, per esempio, da ragazzo faceva il difensore, poi all’Atalanta si è affermato come centrocampista centrale e al Milan potrebbe fare la mezzala. In una delle migliori prestazioni dell’anno ha giocato addirittura esterno d’attacco.

Anche tutti gli altri obiettivi danno la possibilità di cambiare schema. Mateo Musacchio può giocare sia con la difesa a tre che con quella a quattro. Ricardo Rodriguez è un terzino sinistro che può fare anche l’esterno di centrocampo, ma anche il centrale di difesa, come fatto al Wolfsburg. Di certo, però, ha nella fase offensiva la qualità migliore. Molto simile, tranne per il ruolo di centrale, è Andrea Conti, altro obiettivo dall’Atalanta. Anche gli attaccanti sono duttili: Keita può fare l’esterno o la seconda punta, come alla Lazio; Alvaro Morata al Real Madrid ha giocato sia da solo che con un compagno a fianco.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Rinnovo Montella, Milan primo Club italiano a far firmare in diretta social

Kessie, test fisici positivi: domani fine delle visite mediche a Milanello

Dalla Spagna – Morata sogno del Milan: rossoneri fiduciosi per il suo arrivo

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. fabiomilanista - 3 anni fa

    La mia formazione ideale: 3-5-2 —-> Donnarumma; Romagnoli-Musacchio-Zapata (altro); Conti-Kessie-Biglia(Tolisso)-Bonaventura- R.Rodriguez; Suso(Papu Gomez)-Belotti(Morata)
    N.B. Tra parentesi le alternative

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy