Il tesoretto dal Qatar per la Lega Serie A non convince tutti

Gli arabi promettono alla Lega Serie A garanzie bancarie da 13 miliardi spalmati in 10 anni. I top club si oppongono, le piccole invece sono euforiche

di Michele Neri, @micheleneri98

L’International Bank of Qatar ha messo gli occhi sulla Lega Serie A e ora vuole investire. Darebbe garanzie bancarie per circa 13 miliardi in 10 anni. Come riporta la ‘Gazzetta dello Sport’ in edicola questa mattina, però, i pareri non sarebbero uniformi.

Le grandi squadre non sono entusiaste, le piccole vedono la possibilità per prendere una boccata di ossigeno e sono quindi euforiche. Ieri durante la commissione diritti tv, si sono presentati i funzionari di Ernst & Young, che fa da intermediario, e di Comoi, consulente finanziario. La firma dei qatarioti ancora non era presente. E’ quindi una discussione ancora in alto mare, mancano alcuni tasselli fondamentali, anche sulle garanzie. L’operazione costerebbe l’1,5-2% di commissioni fisse e il 15% variabili, che scatterebbero dopo la soglia di 1,3 miliardi annui di incassi per diritti tv.

La banca qatariota dunque darebbe le garanzie necessarie per consentire alle società di scontare i crediti dei contratti tv, e potrebbe nel caso agire come istituto di fattorizzazione (quindi per anticipare i crediti) fino al 50% del valore dei diritti tv per due anni. Da quanto è emerso, in Lega gli scettici non sono convinti dall’idea di legarsi a un soggetto terzo per un periodo così lungo, cessando così le proprie prospettive di crescita … tutto questo per un minimo garantito. Juventus, Inter, Roma, Napoli e Fiorentina temono un Infront-bis. Ma le piccole vogliono ascoltare l’offerta, che a loro può portare grandi benefici immediati. Intanto il 4 gennaio si terrà l’assemblea per i diritti della Serie A, che Sky potrebbe pure perdere.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Rai, la Champions League al posto dei Mondiali senza Italia

Mondiali in chiaro su Mediaset: i retroscena

UFFICIALE – Mondiali a Mediaset: tutti i match in chiaro

Lega in stallo, domani l’assemblea. Diritti tv a gennaio

Diritti tv, la sfida di Infront: nasce la Netflix del calcio?

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APP: iOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy