Gordon Singer a Milano: primi contatti col mondo Milan

Gordon Singer incontrerà Scaroni e Leonardo. Come amministratore delegato ha scelto Gazidis, ma si attende settembre. Primi contatti col suo Milan.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Per mesi l’ombra di Elliott è stata alle spalle di Yonghong Li e quando i tifosi pensavano all’ipotesi del Milan in mano al fondo statunitense non riuscivano a immaginare con chiarezza cosa ne sarebbe derivato. Era difficile dare delle facce a livello dirigenziale con il club in mano a un fondo di investimento che, stranamente, decide di restare proprietario di un club escusso come pegno. Per ora sono stati nominati Paolo Scaroni come presidente e amministratore delegato a interim e Leonardo capo dell’area tecnica. Il nuovo Milan inizia a prendere forma.

Ora ci sarà anche il primo contatto diretto con la proprietà. La prossima settimana, non si sa ancora con certezza quando, arriverà a Milano Gordon Singer. Incontrerà tutto il nuovo Milan, scrive il Corriere della Sera, e proverà a calarsi nella realtà di questo investimento particolare e potenzialmente costoso, visto che il Milan costa circa 10 milioni al mese.

Come noto, Gordon è il figlio di Paul Singer, fondatore di Elliott. Singer Junior è a capo dell’ufficio di Londra ed è un grandissimo tifoso dell’Arsenal. Ovviamente presto diventerà anche tifoso rossonero, visto che le intenzioni del fondo sono di avviare un progetto a medio-lungo termine. Gordon Singer parlerà con Scaroni e Leonardo e potrebbe anche imprimere un’accelerata nei ruoli che restano ancora da definire.

Come amministratore delegato ha pensato da subito a Ivan Gazidis, che conosce bene in quanto attualmente proprio all’Arsenal. È da tempo che Gordon Singer pensa a come avrebbe potuto gestire il Milan nell’eventualità in cui fosse finito nelle mani di Elliott, ma pensava potesse accadere a ottobre. Fin dall’inizio Gazidis era il prescelto. Il sudafricano, però, non può liberarsi subito: anche dopo aver rescisso con l’Arsenal dovrebbe rispettare il gardening leave, ovvero un periodo in cui bisogna stare fermi prima di prendere un nuovo incarico. C’è ottimismo però e Gazidis potrebbe arrivare al Milan proprio per ottobre. Anche se per ora l’Arsenal ha smentito…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy