Estudiantes-Milan, Combin: “Picchiavano tutti, pensavo mi uccidessero”

Nestor Combin, ex giocatore del Milan, racconta i brutti momenti vissuti in occasione della finale di Coppa Intercontinentale vinta contro l’Estudiantes

di Renato Panno, @PannoRenato

ULTIME NEWS MILAN – In occasione del 50^ anniversario della vittoria del Milan contro l’Estudiantes in Coppa Intercontinentale, ‘Il Giornale’ ha intervistato Nestor Combin, uno dei protagonisti di quella partita. L’ex giocatore franco-argentino non ha un buonissimo ricordo di quell’evento nonostante la conquista del prestigioso riconoscimento mondiale per club. Ecco perché: “Già in aeroporto vidi un soldato con la mitraglietta che mi fissa. Pensai che ce l’avessero con me. Mi arrestarono per renitenza ma in carcere finirono i miei aguzzini. Picchiavano tutti, soprattutto me. Hanno cominciato a sputarmi addosso, calci da tutte le parti. Pensavo mi uccidessero. Mi guardavano come fossi un delinquente ma i criminali erano loro”. Intanto il Milan è la squadra che ha concesso più rigori, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy