Cessione Milan, la Cina smentisce i vincoli sugli investimenti: closing più vicino

La State Administration of Foreign Exchange (SAFE) ha smentito l’esistenza di restrizioni sull’esportazione di capitali dalla Cina: Milan più tranquillo

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Dalla Cina si è aperto, in queste ore, uno spiraglio che avvicinerebbe, di fatto, il Milan al fondo ‘Sino-Europe Sports’. Secondo quanto riportato dal quotidiano ‘Libero’ oggi in edicola, infatti, la State Administration of Foreign Exchange (SAFE), vale a dire l’autorità di controllo sull’esportazione di capitali cinesi in territorio estero avrebbe ha smentito, in una nota ufficiale, l’esistenza di restrizioni e/o vincoli sugli investimenti degli imprenditori cinesi. Pertanto, il closing per il passaggio di proprietà del Milan da Fininvest a ‘Sino-Europe Sports’, che rileverà entro il 3 marzo il club di Via Aldo Rossi con il veicolo lussemburghese ‘Rossoneri Sport‘, appare sempre più vicino. Qualora gli imprenditori coinvolti nell’operazione non ottenessero, però, le autorizzazioni ad investire capitali nel Milan, per il ‘Corriere della Sera’ il fondo cinese presieduto da Yonghong Li avrebbe già pronta la soluzione: i 320 milioni mancanti per l’acquisizione del club rossonero da bonificare a Fininvest arriverebbero da società di fiducia fuori dal territorio cinese.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Le ultime su Gerard Deulofeu, M’baye Niang, Mattia De Sciglio e Luiz Adriano

L’opinione di Silvio Berlusconi sul passaggio di proprietà del club rossonero

Tutte le nostre news sulla cessione del Milan

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy