Calhanoglu, il Milan aspetta un leader: esame Empoli per alzare l’asticella

Ritrovato il gol in campionato dopo quasi 9 mesi, il Milan ora si aspetta da Calhanoglu un cambio di rotta: i rossoneri sperano di aver trovato un leader

di Alessio Roccio, @Roccio92

La rete che ha ribaltato il risultato di sabato scorso in casa dell’Atalanta, che mancava da quasi 9 mesi e che aveva cercato per 60 volte, potrebbe avere ripercussioni anche sulla stagione di Hakan Calhanoglu. La speranza è, infatti, che il gol del 2-1 di Bergamo abbia anche l’effetto di ribaltare la stagione del numero 10 turco.

Calhanoglu ha ritrovato la via del gol e dell’assist (suo il corner battuto per la capocciata di Piatek), ma ora contro l’Empoli è necessario alzare l’asticella. Con Suso costretto a guardare la gara dalla tribuna causa squalifica, infatti, dovrà essere l’ex Bayer Leverkusen a mettersi alla guida del Milan e portarlo alla terza vittoria consecutiva.

Per Rino Gattuso Hakan è sempre stato intoccabile, anche quando faceva più fatica e non trovava delle prestazioni degne del suo talento. Lo ha sempre difeso e coccolato, chiedendo a tutti di supportarlo perché il ragazzo aveva solamente bisogno di fiducia. I numeri dicono che Calhanoglu è il secondo giocatore della rosa del Milan per occasioni create in Serie A (ben 53), dietro a Suso con 63.

Inoltre, il turco contro l’Atalanta ha recuperato ben 8 palloni, più di Kessie (4) e dietro solo a Bakayoko con 12. Ora Calha deve invertire la rotta e proseguire sulla strada intrapresa nelle ultime settimane. Solo così potrà abbassare al minimo il volume delle voci di mercato, che già a gennaio lo vedevano sul piede di partenza.

MILAN-EMPOLI: IPOTESI 4-4-2 PER I ROSSONERI. LE ULTIME>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy