Calciomercato Milan – Piatek al bivio: conquista Ibrahimovic o se ne va

In Coppa Italia, finalmente, si è rivisto il vero Krzysztof Piatek, centravanti che lottava su ogni pallone. Le prossime tre gare decisive per il suo futuro

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILAN – Il quotidiano ‘Tuttosport‘ oggi in edicola, parlando di Milan, ha dedicato un approfondimento a Krzysztof Piatek, classe 1995, centravanti polacco che è stato, al contempo, sia scalzato sia stimolato dal ritorno in rossonero di Zlatan Ibrahimovic.

Scalzato, perché, con l’arrivo dello svedese, gli spazi da titolare, per lui, si sono ridotti ma anche stimolato perché, con la sua presenza, il ‘Pistolero‘ è stato alleggerito della tanta pressione avuta in questi mesi, ringalluzzito sotto rete ed anche chiamato a dimostrare tutto il suo valore per scalare nuovamente le gerarchie.

Contro la Spal, in Coppa Italia, per esempio, Piatek è sembrato tornare il centravanti dell’anno scorso, quello che, davanti la porta, non sbagliava un colpo, utile per i compagni (vedi l’assist a Samu Castillejo per la prodezza dello spagnolo) e che lottava su ogni pallone. Il modo migliore, questo, per mettere in difficoltà il tecnico Stefano Pioli il quale, al fianco di Ibrahimovic, gli sta preferendo Rafael Leão, ‘sponsorizzato’ anche dallo stesso scandinavo.

La vera domanda da porsi, però, al momento è: Piatek resterà al Milan? Il club rossonero, ha evidenziato ‘Tuttosport‘, non lo ritiene incedibile. Per un’offerta di almeno 30 milioni di euro, lo lascerà partire. Che sia un’offerta per un trasferimento a titolo definitivo o, al massimo, di prestito con obbligo di riscatto. Il Milan, per ragioni di bilancio, infatti, non può permettersi di rimetterci dall’investimento di 35 milioni di euro effettuato un anno fa e, naturalmente, non può ‘regalarlo’ 6 mesi in prestito.

Finora, però, per Piatek sono arrivati soltanto sondaggi per proposte di prestito secco o, al massimo, con diritto di riscatto. Anche da club stranieri, come Siviglia (Liga) Aston Villa e Tottenham (Premier League), Olympique Lione (Ligue 1). Intanto, però, sia il Siviglia sia l’Aston Villa hanno prelevato altri attaccanti mentre il Tottenham e l’Olympique Lione non hanno realmente ancora affrontato il discorso Piatek con il Milan. Ma, di tutto questo, cosa ne pensa l’attaccante polacco?

Lui, secondo ‘Tuttosport‘, è convinto di poter scalzare Rafael Leão, di poter giocare con Ibrahimovic e di non essere soltanto il suo alter ego. Le prossime tre gare, pertanto, saranno fondamentali: contro Udinese e Brescia in campionato, e Torino in Coppa Italia, Piatek, di fatto, si gioca la permanenza in rossonero. È possibile che non voglia muoversi ora da Milano, dove la moglie si è ambientata bene, per poter poi valutare, con calma, eventuali proposte in estate.

Intanto, sul fronte mercato, il Diavolo resta sempre molto vigile: fari puntati sulla Capitale per il principale obiettivo rossonero. Per i dettagli, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy