Calciomercato Milan – Ibrahimovic, i rossoneri ci credono: decide a dicembre

Calciomercato Milan – Ibrahimovic, i rossoneri ci credono: decide a dicembre

Per Zlatan Ibrahimovic, classe 1981, il Milan ha offerto il massimo. Sì del fondo Elliott all’operazione, contratto di 18 mesi. Il centravanti è attratto

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILAN – Secondo quanto riferito da ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola, il Milan sta corteggiando Zlatan Ibrahimovic, classe 1981, per il valore tecnico indiscusso ma non soltanto. Ed è su queste basi che il club di Via Aldo Rossi crede che, alla fine, Ibrahimovic possa cedere alle avances e fare ritorno in maglia rossonera.

Paolo Maldini e Zvonimir Boban, dirigenti del Milan, hanno cercato di trasmettere allo svedese questi concetti: a ‘San Siro‘ potrebbe sentirsi ancora campione ed icona, fuori sarebbe il manifesto di un progetto soltanto per lui disposto all’eccezione. Non più il focus sui giovani talenti da crescere a Milanello, ma l’investimento su un calciatore di 38 anni compiuti che diventerebbe il nuovo simbolo del club.

Ibrahimovic, si sa, ama le sfide e su questo puntano i dirigenti rossoneri per strappare il suo ‘sì’. Altrove, probabilmente, Ibrahimovic riceverebbe ingaggi più ricchi, ma nel Milan potrebbe mettere nuovamente alla prova sé stesso. E poi si tratterebbe di una questione di storia, di cuore. Al Milan l’attaccante scandinavo ritroverebbe quei luoghi lasciati a malincuore nell’estate 2012, quando fu ceduto al PSG.

Oltre ad essere il nuovo riferimento nell’area del Milan, Ibrahimovic, ha incalzato la ‘rosea‘, sarebbe un riferimento globale: un trascinatore per la squadra, un vincente a cui verrebbe chiesto di trasmettere la propria mentalità, un rinforzo davvero in grado di determinare la corsa per un posto in Champions League e quindi un affare che il Milan sfrutterebbe anche per rilanciare il proprio brand.

Il Milan ha offerto il massimo: 6 milioni di euro per 18 mesi complessivi di contratto, 2 da gennaio a giugno 2020 e 4 per la prossima stagione sportiva, 2020-2021. Anche l’amministratore delegato Ivan Gazidis e il fondo Elliott Management Corporation, proprietario del club meneghino, hanno dato il proprio assenso all’operazione. Su Ibrahimovic nessuna preclusione, anzi è l’eccezione che conferma la regola.

Alla fine, però, ha evidenziato ‘La Gazzetta dello Sport‘, sarà sempre Ibrahimovic a decidere il proprio futuro: in altri paesi, ad esempio, gli darebbero ingaggi più ricchi ed al Bologna lo lega il rapporto personale con Sinisa Mihajlovic. Il Milan sarebbe una prova diversa dalle altre e tutte le parti ne sono consapevoli: ottimismo e prudenza vanno di pari passo. Nel caso Ibrahimovic dicesse di sì al ritorno in rossonero, il Diavolo lo vorrebbe a Milanello già a dicembre.

Questo per dare modo ad Ibrahimovic, che si è già congedato dai Los Angeles Galaxy, per accelerare l’allenamento e rimettersi in piena forma dopo lo stop prolungato per la fine della MLS ed i ritmi non troppo alti sostenuti nel massimo campionato statunitense. Chi vedrebbe di nuovo bene Ibrahimovic al Milan è l’ex centravanti del Diavolo, Andriy Shevchenko: per le sue dichiarazioni, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy