Bacca, alla ricerca del gol perduto

Bacca sta vivendo il digiuno più lungo della propria carriera, ma Montella crede in lui e oggi sarà titolare. La difesa del Cagliari è quella più battuta.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Ha fame, tanta fame. Carlos Bacca vuole tornare a segnare e a giocare al meglio per la squadra. Ci sono diverse prove che lo dimostrano. La prima è stata il rientro anticipato dalle vacanze, un giorno prima rispetto a tutti i suoi compagni sudamericani. La seconda è data dal fatto che lui sia sempre al centro del mercato, ma alle tante offerte, anche ricche, ha sempre detto no e anche per il Milan è incedibile. Terza prova: sui social manifesta tutta la propria carica e la propria voglia, con le foto dell’allenamento accompagnate dal solito “Vamos que Vamos”. Quarta: giovedì, dopo l’allenamento, Bacca è andato con tutta la famiglia a visitare il museo di Casa Milan. Quinta e ultima: il figlio Daniel è ormai costantemente con la maglia del Milan addosso.

Feeling ritrovato, dunque, scrive La Gazzetta dello Sport. A mancare è solo quello con il gol. Sono ormai tre mesi che il colombiano non riesce a gonfiare la rete. Eppure nelle prime sette giornate aveva messo a segno sei gol. Sono 507 minuti giocati senza segnare, mai gli era successo nel corso della carriera. L’avversario di oggi, il Cagliari, è la squadra ideale per ritrovare la via: i sardi sono la peggior difesa del campionato. Di lui si fida molto Vincenzo Montella, che continua ovviamente a schierarlo nonostante la crisi e un Gianluca Lapadula scoppiettante. Se dovesse interrompersi oggi il digiuno, la striscia negativa si fermerebbe a 10 partite, di cui 3 saltate per infortunio.

TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SU MILAN-CAGLIARI

LEGGI TUTTE LE NOSTRE NEWS DI CALCIOMERCATO

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy