Alla scoperta del fondo Elliott, con un patrimonio da 30 miliardi

Alla scoperta del fondo Elliott, con un patrimonio da 30 miliardi

L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport traccia un profilo di Elliott, proprietario del Milan: il fondo di Singer vanta un patrimonio da 30 miliardi

di Luca Fazzini, @_lucafazzini

L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport – all’indomani dell’insdiamento ufficiale di Elliott come nuovo proprietario del Milan – traccia un disegno del fondo americano, attraverso cinque punti.

1) Capitolo patrimonio: la disponibilità del fondo è di 35 miliardi di dollari (30 miliardi di euro). Questi soldi sono in gestione del fondo e l’elenco degli investitori si allunga ogni volta che Singer decide di allargare il cerchio.

2) Come investe il fondo? Elliott diversifica, tenendo l’interesse per situazioni di crisi o gestione inefficiente. Tra le aziende principali, ecco Telecom, Hyundai, Adecco e Samsung. Il discorso si può però anche estendere agli stati, come Perù e Argentina.

3) Spesso il fondo è protagonista di causa in tribunale: a volte i giudizi durano anche 15 anni, come nel caso dei bond argentini, in cui alla fine Elliott ha comunque avuto ragione.

4) La proprietà è chiara, il patrimonio è rintracciabile e la fama è internazionale. L’unico dubbio riguarda la gestione sportiva: non è il campo preferito del fondo, anche se Paul Singer e il figlio Gordon conoscono il calcio grazie al loro tifo appassionato per l’Arsenal.

5) L’avventura con il Milan sarà l’occasione, per Elliott, per dimostrare di non essere solo un fondo speculativo: nel piano triennale l’obiettivo è la valorizzazione del club e del brand, attraverso politiche di marketing.

CLICCA QUI per non perderti nemmeno una news sulla nuova società e le sue prime mosse!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy