Papin: “Marsiglia? Il Milan pensava di rigiocarla. Era la squadra più forte di sempre”

Papin ha rilasciato un’interessante intervista alla Gazzetta dello Sport riguardo al Milan

di Gianluca Raspatelli
Jean-Pierre Papin Milan

Jean Pierre Papin ha rilasciato un’interessante intervista alla Gazzetta dello Sport sugli avvenimenti della famosa gara col Marsiglia del ’91.

Ecco il suo racconto: “La situazione era già incredibile, stavamo eliminando la squadra che considero la più forte di tutti i tempi. Poi col riflettore mezzo spento ci fu una grande confusione. Con alcune persone della sicurezza ci siamo messi davanti all’accesso degli spogliatoi: temevamo l’uscita dal campo del Milan. Discutemmo con Baresi, Gullit e Rijkaard, mentre non ricordo bene cosa facesse Galliani. La porta rimase chiusa e la luce cominciò a ritornare, ma i rossoneri dissero di non voler giocare più. Non c’è dispiaciuto passare così: se ti qualifichi, la maniera conta relativamente, soprattutto con quel Milan. Quando mi ingaggiarono, parlai con i miei nuovi compagni di quell’episodio solo una volta in ritiro: mi dissero che l’anno prima era successo qualcosa di simile a Belgrado. Calò la nebbia, la gara fu rigiocata e vinsero. Quindi a Marsiglia qualcuno pensò di ripetere la cosa. Fossi stato al posto loro avrei fatto la stessa cosa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy