Ora o mai più: per Bacca e Niang rinascita o cessione

La partita contro il Cagliari è uno spartiacque decisivo per Bacca e Niang, se non dovessero riprendersi si aprirebbero le porte a una futura cessione.

di Redazione

Quella contro il Cagliari a San Siro è per il Milan una partita che potrebbe riservare insidie inaspettate: ultima partita del girone di andata, in attesa di recuperare la trasferta di Bologna, è la prima dopo la vittoria in Supercoppa Italiana contro la Juventus e arriva dopo la sosta natalizia, periodo che, statistiche alla mano, ha sempre creato problemi a Vincenzo Montella che, alla ripresa, non ha mai ottenuto ottimi risultati. Nonostante ciò il tecnico campano è intenzionato a invertire la rotta. Come lui ci sono anche due giocatori che, sebbene abbiano festeggiato insieme a tutto il gruppo, vivono un momento non propriamente positivo e sono intenzionati a riscattare un finale di 2016 vissuto in chiaroscuro: M’Baye Niang e Carlos Bacca.

Entrambi fisicamente ritrovati, avranno a disposizione la sfida interna contro il Cagliari per riprendere il cammino più che buono che li aveva contraddistinti a inizio stagione, considerando anche che gli avversari non sono eccellenti in fase difensiva: infatti i sardi si dimostrano come la difesa più battuta con 42 gol subiti in 18 incontri; un’occasione d’oro, più unica che rara, per sbloccarsi. Il talento francese, che non segna dal 16 ottobre, si è ripreso ed è mentalmente pronto per proseguire il suo processo di crescita, Montella crede in lui e nelle sue doti e gli affiderà il suo tipico ruolo in campo, quello di esterno sinistro d’attacco, dopo averglielo sottratto nelle ultime partite dello scorso anno: “È guarito da questo virus importante, l’ho visto molto bene, soprattutto di testa, ha voglia di tornare ai suoi livelli o anche migliori”.

Discorso simile per il campione colombiano, il quale non segna dal 2 ottobre e che, a causa di problemi muscolari, ha dovuto fare staffetta con un sempre più intraprendente Gianluca Lapadula. Ritrovato il campo in Supercoppa, Bacca si è mostrato mentalmente appannato più che fisicamente indietro di condizione: “Segna poco ultimamente, ma sta facendo bene, è sempre dentro la partita. Con la Juve ha sbagliato un gol che da lui non siamo abituati a veder sbagliare, ma sono sicuro che si sbloccherà. Se sono incedibili? Nessuno è incedibile”, così Montella ha infatti commentato nella conferenza stampa pre partita. E sono queste parole però che aprono a scenari particolari in vista della sessione di mercato estiva, la quale di mostrerà probabilmente decisiva, anche perché sarà la prima della gestione cinese. Infatti se i due non dovessero rilanciarsi e proseguire in positivo potrebbero lasciare la maglia rossonera. I due sono pilastri di questo Milan ma, come ha detto Montella: “Nessuno è incedibile, nemmeno io”.

Valerio Paini

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Le dichiarazioni di Vincenzo Montella alla vigilia di Milan-Cagliari

Verso Milan-Cagliari: tutto quello che c’è da sapere sulla sfida contro i sardi

Tutte le nostre news di calciomercato

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy