Morelli: “Se Paquetà ha chiesto di non essere convocato, è scontento”

Morelli, importante psichiatra e psicoterapeuta, oltre che tifoso del Milan, ha parlato del caso Paquetà dopo che il brasiliano ha chiesto di restare a casa

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

ULTIME MILAN – Un momento delicato della stagione e della carriera per Paquetà. Il centrocampista brasiliano, arrivato lo scorso maggio al Milan, dopo un’ottima partenza è andato calando e non sta più riuscendo a ritagliarsi spazio. Poca serenità e scarso ambientamento per lui, che è arrivato addirittura a chiedere di non essere convocato. Situazione simile anche per Krzysztof Piatek, che pensa a un possibile cambio di maglia. Di loro ha parlato Raffaele Morelli, psichiatra e psicoterapeuta oltre che tifoso del Milan, ai microfoni di Sky: “Non esiste che un giocatore sceglie di non essere convocato, se succede vuol dire che è infelice e scontento. Piatek l’anno scorso era determinante, quest’anno è scomparso. C’è qualcosa che non va. Lo spogliatoio è un luogo segreto, il disagio non deve diventare pubblico, altrimenti diventa cronico”.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy