Milan, Season Review: Lazio e Parma, prima gioia e poi frenata

Milan, Season Review: Lazio e Parma, prima gioia e poi frenata

Il Milan supera la Lazio con il rigore di Kessie, ma a Parma non basta Castillejo per i tre punti. Riviviamo le due sfide dei rossoneri.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

MILAN-LAZIO: UNDICI METRI DI SPERANZA
Spesso le partite di fine stagione vengono paragonate a delle vere e proprie finali. Il Milan-Lazio di metà aprile lo era davvero, anche se tra due squadre che avevano totalizzato un solo punto nelle due partite precedenti: pareggio con l’Udinese e sconfitta sul terreno della Juve per il Milan, sconfitta a Ferrara e pareggio interno con il Sassuolo per i biancocelesti. Ma quel “siamo più forti tecnicamente” di Acerbi azzera le puntate precedenti e accende gli animi nello spogliatoio rossonero. Al pronti-via dell’arbitro Rocchi, dai blocchi di partenza scatta meglio la Lazio. Ma da metà primo tempo in poi, prende campo il Milan. Con ancora più decisione nella ripresa, quando il passaggio di Gattuso al 3-5-2 disorienta la Lazio. Il rigore decisivo di Kessie, in gol contro i biancocelesti anche all’andata, porta in dote tre punti pesantissimi alla classifica rossonera, eliminando di fatto la Lazio dalla corsa per la qualificazione Champions League.

PARMA-MILAN: DUE PUNTI PERSI
Dopo una settimana dominata dalle dure polemiche per la maglia di Acerbi esibita sotto la Curva Sud da Kessie e Bakayoko, la squadra rossonera torna a concentrarsi sul campo. Nonostante la levata di scudi con richiesta di squalifica per i due centrocampisti del Milan, sia Franck che Tiémoué sono al loro posto al Tardini. Anche se il francese ex Monaco non è segnalato al meglio, dal punto di vista strettamente fisico. Come a Santo Stefano. La partita alle 12.30 sembra togliere energie al Milan. Dopo l’andamento lento natalizio di Frosinone, lo stesso accade a Parma nel sabato di Pasqua. Gli emiliani trascinati da Kucka fanno una buonissima gara e il Milan cambia passo solo dopo l’ingresso di Cutrone e il passaggio alle due punte. Il vantaggio di Castillejo dovrebbe bastare per i tre punti, ma una serie di errori a catena in mezzo al campo portano alla punizione-gol del pareggio firmato Bruno Alves.

Fonte: acmilan.com

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy